IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, rapina connazionale dopo lite: arresto convalidato, ma il marocchino 24enne respinge le accuse

Albenga. Ha respinto le accuse a suo carico dichiarandosi estraneo al reato di rapina. Così Mohamed Afrah, 24 anni durante l’interrogatorio di garanzia presso il carcere di Savona davanti al giudice per le indagini preliminari Francesco Giannone. L’extracomunitario, difeso dall’avvocato Graziano Aschero, ha risposto alle domande del gip per chiarire la sua posizione in merito alla notte lungo il Centa ad Albenga dove sarebbe avvenuta la lite con un connazionale poi degenerata.

Secondo l’accusa i due, dopo aver bevuto insieme qualcosa hanno iniziato a litigare, sino a quando Mohamed Afrah ha tirato fuori un coltello e sotto minaccia si è fatto consegnare il portafoglio dalla vittima. Durante la colluttazione i due hanno pure mandato in frantumi il lunotto di un’autovettura posteggiata.

La vittima prima è andata al pronto soccorso di Albenga per farsi curare una ferita al braccio, causata dal vetro della macchina, e poi in caserma a denunciare il suo aggressore, che è stato fermato ed arrestato dai carabinieri poco dopo.

Il gip ha convalidato l’arresto del 24enne ma si è riservato di decidere sulla misura cautelare a suo carico. Il legale ha presentato istanza affinché il marocchino possa essere rimesso in libertà con il solo obbligo di firma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da yogsototh

    hai ragione giudice io dicevo per dire che trovano anche tante scuse di quelle che a volte non stanno ne in cielo ne in terra si vede solo come ti guardano che sono colpevoli ma niente vengono scarcerati di cose più gravi di questa per altro è diventato uno schifo l’italia sembra ormai il paese dei balocchi e la sala parto per tutte quelle che arrivano…

  2. Giudice
    Scritto da Giudice

    il vero problema non è lui che respinge le accuse , ma il fatto che nessuno sia stato in grado di respingere lui al paese natìo

  3. Scritto da yogsototh

    ce ne fosse uno che ammette tutti respingono le accuse loro non fanno niente di male poverini e sono anche creduti dai giudici e rimessi subito in libertà…

  4. Scritto da mrscultz

    Ma si, caro Avv. Aschero, si prodighi sino all’estremo per mettere in libertà il suo assistito….In fondo, noi Italiani abbiamo bisogno di questi elementi….ci aiutano. Ed anche Lei, non ha bisogno di un marocchino che accoltelli Sua moglie o Sua figlia od un Suo parente prossimo? Lo rimetta in libertà, per favore…non ne possiamo fare a meno, la scongiuro!!