IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Sull’acqua il massimo della trasparenza”: incontro sulla storia dell’acquedotto di Savona

Savona. Coop Liguria, Acquedotto di Savona e ASL 2 Savonese organizzano per domani, alle 16,30, nella Sala Punto d’incontro Coop del Gabbiano (via Baracca 1r- 4° piano) un incontro pubblico nell’ambito della campagna informativa nazionale “Sull’acqua il massimo della trasparenza”, promossa da Coop e Federutility.

La campagna punta a informare i consumatori sulle caratteristiche dell’acqua pubblica in ciascun Comune, esponendo nei punti vendita Coop aderenti appositi cartelloni, che illustrano i principali parametri chimico-fisici dell’acqua del Sindaco, forniti dai gestori degli acquedotti. In Liguria, dallo scorso novembre, la comunicazione è presente in tutti i supermercati Coop delle provincie di Genova e La Spezia (in tutto 27 punti vendita). Dal mese di aprile, in accordo con Acquedotto di Savona, i cartelloni con i parametri dell’acqua pubblica sono stati esposti anche in quattro punti vendita del Savonese: l’Ipercoop Il Gabbiano di Savona e i supermercati di Vado Ligure, Varazze e Albisola.

L’incontro in programma domani è a cura di Renato Pilotto, dell’Acquedotto di Savona, che racconterà la storia della struttura, di origine ottocentesca ma ancora efficiente ai giorni nostri, illustrando le tavole originali del progetto del 1888 per la realizzazione dell’impianto, ancora oggi in uso per gestire il servizio di distribuzione dell’acqua potabile in 13 Comuni della Provincia di Savona e in 9 Comuni della provincia di Imperia, rifornendo in tutto 156 mila abitanti.

Marina Scotto e Mauro Peluffo dell’ASL2 Savonese, invece, forniranno informazioni in merito ai compiti del Dipartimento di Prevenzione della Struttura Complessa Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della ASL, per garantire la sicurezza dell’ acqua destinata al consumo umano. Nel 2012, nei Comuni serviti dall’Acquedotto di Savona, sono stati prelevati oltre 300 campioni d’acqua, per un totale di oltre 3.500 determinazioni di laboratorio, finalizzate al controllo di oltre 90 parametri. I parametri che vanno a comporre la “carta di identità dell’acqua pubblica” esposta nei punti vendita di Coop Liguria sono stati individuati in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità e corrispondono ai nove principali indicatori di qualità dell’acqua del rubinetto: concentrazione di ioni di idrogeno; cloruri; ammonio; nitriti, nitrati, residuo secco a 180°; durezza; sodio; fluoruri. I dati vengono aggiornati periodicamente dai gestori degli acquedotti.

“L’obiettivo di Coop – spiega il vice Presidente di Coop Liguria Mauro Bruzzone, Coordinatore del Gruppo di Lavoro Nazionale Ambiente di ANCC-COOP – è quello di limitare l’impatto ambientale del consumo eccessivo di acqua, limitandone gli sprechi nell’uso quotidiano e invitando i consumatori a fare scelte più consapevoli e informate. In Italia, infatti, secondo il Rapporto Ambiente Italia 2012 di Legambiente, vengono prodotti 12 miliardi di litri di acque imbottigliate, che prevedono l’utilizzo di oltre 350 mila tonnellate di PET e l’emissione di quasi un milione di tonnellate di CO2”.

L’incontro si concluderà con un rinfresco e nell’occasione verranno distribuite gratuitamente brocche in vetro per portare l’acqua in tavola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.