IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Studi professionali: bando da 1,5 mln di euro per la formazione

Più informazioni su

Liguria. Al via il bando da 1,5 milioni di euro per finanziare la formazione negli studi professionali. Lo scorso 18 aprile, il Consiglio di amministrazione di Fondoprofessioni, presieduto da Massimo Magi, ha deliberato la pubblicazione dell’avviso 01/13, per il finanziamento di attività formative e seminariali rivolte al personale dipendente degli studi professionali e aziende aderenti al Fondo.

Il nuovo bando ha riservato 700 mila euro per la realizzazione di corsi rivolti al personale degli studi professionali, che applicano il Ccnl studi professionali; altri 600 mila euro sono invece destinati ai corsi rivolti ai dipendenti delle società, che applicano altri contratti; infine per l’organizzazione di seminari sono stati messi a budget 200 mila euro. La scadenza per la presentazione delle domande formative è fissata al 3 giugno 2013.

Sempre nell’ambito dell’avviso 01/03, il Fondo ha individuato un massimale di risorse erogabili per piano formativo pari a 30 mila euro. Ogni piano formativo, corsuale o seminariale, potrà essere composto da più progetti. I singoli progetti potranno avere, nel caso dei corsi, una durata da 16 a 40 ore. Mentre i seminari potranno avere una durata di 4 oppure 8 ore. Anche rispetto al numero di partecipanti esistono differenze tra le due tipologie. Infatti, ogni progetto corsuale dovrà avere un numero di discenti incluso tra 4 e 16, mentre per i seminari la platea dovrà necessariamente essere più vasta.

Nel dettaglio, la presentazione dei piani formativi può essere effettuata da enti formatori accreditati presso il Fondo, per conto degli enti proponenti: studi professionali, aziende, consorzi, Ats, Ati, organizzazioni di rappresentanza, studi professionali per conto di aziende collegate. Gli enti proponenti riconosciuti dal Fondo nell’ambito del bando 01/13 potranno richiedere il finanziamento, tramite il supporto di un ente formatore accreditato, al fine di garantire ai dipendenti la partecipazione a corsi o seminari gratuiti, realizzati attraverso le risorse messe a bando da Fondoprofessioni. Gli studi professionali e aziende che intendono partecipare al bando dovranno essere aderenti al Fondo. L’adesione si esprime riportando la dicitura “Fpro”, seguita dal numero di dipendenti all’interno della cella “Adesione Fondo”, presente nella denuncia Uniemens. L’adesione a Fondoprofessioni è gratuita e può essere svolta dallo studio di consulenza, nell’ambito della “denuncia aziendale”.

Gli enti formatori accreditati, per la presentazione di un piano formativo, dovranno compilare il formulario elettronico all’interno della piattaforma informatica presente sul sito www.fondoprofessioni.it. Allo stesso tempo, dovrà essere inviata al Fondo la documentazione di presentazione prevista dal bando. Nello specifico, ai fini dell’ammissibilità del piano formativo entro il 3 giugno 2013 dovranno pervenire all’indirizzo pec presentazioneavvisi@pecfondoprofessioni.it: la domanda di finanziamento, l’accordo sindacale, la documentazione relativa al soggetto proponente.

Attraverso le risorse dell’avviso 01/13 sarà possibile formare gratuitamente migliaia di dipendenti di studi professionali e aziende, finanziando attività formative “su misura”, calibrate sui fabbisogni formativi provenienti da dipendenti e datori di lavoro. Una commissione tecnica di valutazione procederà all’analisi qualitativa dei piani formativi presentati, all’attribuzione dei relativi punteggi, alla definizione delle graduatorie dei piani formativi che accederanno al finanziamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.