IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Squash: Cengio e Vado trionfano nel campionato italiano a squadre Gold foto

Cengio. Sabato 20 e domenica 21 aprile, presso il Mediolanum Forum di Assago, è andato in scena il torneo a squadre Gold, che ha visto ai nastri di partenza ben 13 compagini.

Squadra detentrice del titolo era il Vado, che quest’anno, per rientrare nella combinazione dei fatidici 100 punti somma giocatori e stante malanni di stagione improvvisi, ha chiesto aiuto ai “cugini” del Cengio Squash. Uniti, i liguri mettono in campo una squadra che risulta essere la testa di serie numero 2 del tabellone (Cannizzaro, Taiocchi, Giorgiani, Magno, Olivieri, Faelli), dietro a quella di Varese Rapaci (Fadi, Rabaglio, Panara, Ciurriero) e davanti alla sempre presente in alta classifica Lugano (Galli, Ottaviani, Marinoni, Ambrosioni).

Secondo la formula del torneo, passa il turno la squadra che mette a segno il maggior numero di punti totali sui 12 game disputati. In caso di parità punti va avanti chi ha totalizzato più game vincenti; in caso di ulteriore parità i giocatori numero 1 di ogni squadra, già in campo come ultimo incontro, si giocheranno la vittoria conquistando ad oltranza due punti consecutivi.

Si parte con le qualifiche. Nei primi tre game Brescia “2” prende un margine di ben 21 punti, ma nei restati tre Magenta restituisce pan per focaccia e con 21 punti presi pareggia le sorti dell’incontro. Nel terzo parziale i magentini si portano sul +10 e sperano nei restanti ultimi tre game ma Brescia “2” conquista 12 punti e con un conclusivo 100 a 98 passa il turno.

Nel secondo incontro, invece, Torino domina Parma perdendo solo un game e stravincendo con un 121 a 86 finale. Biella, quarta forza del tabellone, si porta subito in vantaggio contro l’Assago Forum, per poi controllare e aggiudicarsi l’incontro per 8 punti. Brescia “1” parte subito forte contro Cadorago “1” portandosi sul 33 a 12; nei restanti game partite più equilibrate che alla fine vedono i bresciani imporsi complessivamente per 117 a 96. Ultimo incontro delle qualifiche tra Cadorago “2” e Milano “3” con quest’ultima che domina in tutte e quattro le partite vincendo alla fine per 126 a 84.

Nei quarti c’è il debutto dei favoriti Varese Rapaci contro Torino.. Partite senza storie che vedono i varesini imporsi vincendo con ben 45 punti di margine. Poi, ecco i detentori di Vado e Cengio affrontare il loro primo ostacolo costituito da Brescia “2”; primi tre game vinti dai liguri per 33 a 22, quindi, nei restanti sei giochi partite equilibrate, mentre nei tre game finali ancora netta vittoria di Vado Cengio per 33 a 10 e, complessivamente, 113 a 85.

In campo Lugano: fresca vincitrice dei nazionali a squadre di III Categoria tenta la sorte anche in questa competizione e parte tra le favorite alla vittoria finale. Dopo la prima partita risultato di parità, contro Milano “3”, per 27 a 27. Nel secondo parziale invece i ticinesi totalizzano un 33 a 18 che li proietta nettamente in vantaggio; sostanziale parità nei sei game a seguire e svizzeri alle semifinali. Ultimo incontro di questo turno tra Biella e Brescia “1”; i lombardi partono spediti e si portano nettamente in vantaggio già dopo i primi tre game per poi incrementare ulteriormente e costantemente vincendo con ben 50 punti di vantaggio.

L’unione tra Vado e Cengio porta la squadra in semifinale, dove affronta Lugano. Primi game e vantaggio dei liguri che si portano sul +8; nei secondi tre game gran recupero egli svizzeri che ribaltano a loro favore il risultato portandosi sul +9 ed incrementando ulteriormente prima dei tre parziali finali. Ultimi tre game e Vado Cengio sfodera una prestazione notevole col proprio alfiere Cannizzaro e sul fotofinish per soli due punti giunge in finale, dove potrà difendere il titolo vinto l’anno scorso.

Nella seconda semifinale la favorita Varese Rapaci affronta una sorprendente Brescia “1” capitanata da Belotti e che vede il rientro alle competizioni, dopo un anno di sosta, di Morandi. Partenza sprint dei varesini che dopo il primo turno di gioco si trovano in vantaggio di 15 punti; nei seguenti tre game sostanziale parità che viene rotta a favore di Brescia con la partita del terzo turno dove alla fine si trova in vantaggio di 9 punti. Nel finale dell’incontro Fadi tenta il tutto per tutto e con un secondo game esemplare vinto per 11 a 2 ribalta la situazione e porta la propria squadra in finale vincendo complessivamente l’incontro col risultato di 106 a 103.

Quinta si piazza Milano “3”, sesta Torino; terza Brescia “1”, quarta Lugano. Poi è il momento della finalissima tra Vado Cengio e Varese Rapaci. Sono proprio, come da pronostico, le due prime teste di serie a giocarsi il titolo. Prima serie di game e parità assoluta sul 26 a 26; nel secondo turno di gioco Varese allunga e si porta in vantaggio di sette punti che mantiene nei susseguenti tre e spera nel colpaccio, ma nell’ultima serie un formidabile Cannizzaro nei primi due giochi annulla lo svantaggio e nel terzo e conclusivo infligge un pesante 11 a 1 che annienta il proprio avversario permettendo alla sua squadra di imporsi e riconfermarsi campione.

Questi i portacolori di Vado Ligure e Cengio che hanno conquistato il titolo a squadre Gold: Andrea Cannizzaro, Marco Olivieri, Gianluca Giorgiani, Stefano Taiocchi, Luigi Magno e Giacomo Faelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.