IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Sparatoria di Roma, interviene il sindacato di polizia

Più informazioni su

“Quale che siano le motivazioni che hanno spinto il responsabile del gravissimo gesto perpetrato a Roma, non c’è alcun dubbio che quanto avvenuto gravi con tutto il suo immenso peso sulla coscienza di irresponsabili che senza ritegno, da mesi, non fanno che istigare alla sovversione ed alla violenza.

Nascondersi dietro principi che si intendono difendere o dietro a finte dichiarazioni di rifiuto di atti di aggressione, non serve a sminuire quei comportamenti che mettono chiaramente a nudo, piuttosto, una volontà di prevaricare e di imporsi, in un modo o nell’altro, che per qualcuno non significano altro che un chiaro invito a dare sfogo ad ogni frustrazione, ad ogni tormento, ad ogni ansia, scagliandosi contro il prossimo. Prossimo che, normalmente, indossa la divisa. Nei cortei, negli stadi, nelle piazze, nelle strade, ovunque, ieri, oggi, domani e sempre, il bersaglio di tutto e tutti indossa una divisa, e tra le fila delle Forze dell’Ordine continuiamo a contare morti e feriti.

Quel che davvero fa rabbrividire è che in molti casi proprio quelli che hanno avuto parole dure di critica e di condanna nei nostri confronti, nonostante noi abbiamo sempre svolto onestamente e correttamente il nostro ruolo di Rappresentanti dei Poliziotti italiani nell’assoluto rispetto delle regole e delle leggi, sono tra quelli che con i propri comportamenti aggressivi, anche se solo nelle parole dette e scritte, il proprio atteggiamento di pervicace rifiuto del dialogo e della ricerca di un confronto e di una sintesi, non hanno fatto altro che divulgare messaggi devastanti.

E se questo si aggiunge alle continue campagne di denigrazione e rancore verso le Forze dell’Ordine… il risultato non poteva portare a molto altro se non alla tragedia di domenica”.

Franco Maccari
Segretario Generale del Coisp – Sindacato Indipendente di Polizia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da grilloparlante

    Vorrei anche sottolineare ed elogiare la professionalità, oltre che coraggio, dei Carabinieri o Poliziotti che senza usare le armi hanno bloccato quel pazzo sparatore.

  2. Scritto da grilloparlante

    Maccari? Quello che difende i poliziotti colpevoli per la morte di Adrovandi? Proprio lui parla? …proprio un bel coraggio, per fortuna i maccari son pochi. Onore e solidaretà a tutte le forze dell’ordine che quotidianamente lavorano per noi rischiando la vita.

  3. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    E se qualcuno raggiungerà il bersaglio, vorrà dire che se la sono AMPIAMENTE CERCATA: poco fa ho letto che il neo premier ha intenzione di levare l’odiata IMU sulla prima casa… mi chiedo se aveva già in programma di farlo oppure il fatto di sentire i proiettili vicino al suo sedere gli ha fatto capire che creare disperazione è molto pericoloso!

  4. Scritto da optimist

    Un cittadino onesto deve il massimo rispetto verso le Forze dell’Ordine che ,in un contesto civile, sono le uniche delegate a gestire l’uso della violenza nel rispetto delle leggi e della Costituzione.
    Le radici della violenza in un contesto sociale sono piuttosto estese: è violento il criminale che rapina un orefice, ma è anche violento chi aumenta in modo fraudolento i prezzi delle medicine, prende mazzette e porta i soldi in Svizzera. Poi chi non si può curare, perchè non ha soldi, muore nella sofferenza e nel silenzio. Chi ha portato i capitali all’estero viene poi difeso in mille modi.
    La Giustizia e le Forze dell’Ordine devono esser messe in condizione di bloccare tutte le forme di violenza e per questo devono essere aiutate da tutte le persone oneste.

  5. Bandito
    Scritto da Bandito

    Io personalmente spero che il compagno Letta abbia capito che questo è un brutto segno, la gente è esasperata, chiedeva cambiamento e cosa ha avuto? La rielezione di un presidente novantenne, un governo che è espressione del vecchio sistema ed un parlamento che ignora dieci milioni di elettori. Se non faranno qualcosa in fretta credo che episodi come questo diventeranno sempre più frequenti, ed a rimetterci non saranno solo le forze dell’ordine, prima o poi qualcuno riuscirà a raggiungere il bersaglio.