IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Set cinematografico a Campochiesa: telecamere per una produzione Usa

Albenga. La frazione di Campochiesa d’Albenga si prepara a trasformarsi in set cinematografico. Nella serata di domani, mercoledì 10 aprile, il borgo ospiterà le telecamere di una grande produzione internazionale realizzata per il mercato americano, dedicata all’arte sacra e alle tradizioni e ai riti liguri, guidata dal regista romano Marco Kuveiller e seguita dal funzionario della Soprintendenza Franco Boggero.

Si tratta di “Undisclosed Italian Art – Recondita Mirabilia”, una serie tv di entertainment culturale composta da 16 episodi, della durata di 55 minuti ciascuno, realizzata da Arcoscenico, realtà nata nel 1981 dalla fusione di uno studio cine-fotografico, uno studio grafico e uno studio di progettazione architettonica, responsabile negli anni di documentari televisivi, filmati industriali e tecnologici, filmati didattico-scientifici, documentari di storia e ambiente, docufiction e video news.

“L’Arte nasconde significati che oltrepassano i confini strettamente artistici e raccontano storie di uomini e popoli. Questa arte nascosta non è solo ciò che non può essere visto – riposto in magazzini – ma anche l’arte nascosta e quella non percepita, che deve essere rivelata e scoperta. Dietro queste opere d’arte ci sono storie complesse ed avvincenti”, spiegano i responsabili di Arcoscenico. “L’arte Nascosta Recondita Mirabilia punta ad accompagnare gli spettatori a superare i tipici comportamenti da turista, trasformandoli in una vera mentalità da Viaggiatore. Laddove il turista passa e non condivide, il Viaggiatore si lascia ‘contaminare’ e si sporca. Questo progetto è il risultato di una ricerca, paziente, che include sforzi fisici e competenze comuni per raggiungere tale obbiettivo. Ripreso interamente in Italia, esplorando lo scenario tipico italiano, approvato da specialisti d’arte, il programma è su misura per il pubblico anglo-sassone ed europeo”.

Con un budget di circa 200 mila euro, il progetto si avvale, oltre che del regista Marco Kuveiller, dei produttori Elisabetta Cartoni e di Jacques Lipkau Goyard; tra i produttori, anche La Monte & Russo Productions di Los Angeles. Dopo un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi nel borgo, accompagnati dal Consigliere Comunale Alberto Passino, le riprese inizieranno alle ore 20.00 di Mercoledì 10 Aprile, quando Campochiesa rimetterà in scena, solo per le telecamere, una “Via Crucis”, con gli abitanti della frazione nel ruolo di protagonisti e di comparse. Il documentario, una volta realizzato, sarà distribuito negli Stati Uniti, su reti di approfondimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.