IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, rompono lo specchietto dell’auto del Prof: studenti risarciscono i danni e evitano la condanna

Più informazioni su

Savona. Una bravata che rischiava di costare molto cara. E’ quella di uno studente savonese dell’Ipsia che, con l’aiuto di un amico, aveva pensato bene di danneggiare l’auto di un professore. Il ragazzo, M.M., classe ’91, insieme ad un coetaneo di nazionalità albanese, A.K., aveva rotto lo specchietto della vettura di un suo insegnante e poi era fuggito. Una telecamera di videosorveglianza aveva però ripreso tutto permettendo di identificare i due giovani vandali che erano stati colpiti da un decreto penale di condanna al pagamento di una sanzione da 5180 euro.

I due giovani si sono opposti al provvedimento e, davanti al giudice monocratico del tribunale di Savona, hanno voluto risarcire il professore (in realtà la moglie dell’uomo visto che era lei l’intestataria della vettura) per i danni provocati con duemila euro. Un gesto che è servito per far rimettere la querela nei loro confronti e, di conseguenza, far cadere il reato. Nei confronti dei due ventenni, assistiti dall’avvocato Daniea Scarone, è quindi stata pronunciata una sentenza di non luogo a procedere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    Che si scelga meglio le compagnie il ragazzo Savonese: comunque una bella riga di pattoni sarebbe stata la via giusta verso i due teppistelli.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Mi chiedo se non vi sia differenza tra un reato civile ed uno penale ….
    alcuni reati andrebbero puniti anche in assenza di una vittima che si lamenta.
    .
    Se una persona dice ad altra “zuzzerellone” e da cio’ deriva una lamentela …
    e’ giusto che chi si lamenta possa autonomamente ritirare la lamentela
    ma
    se una persona commette un atto violento e questo fatto arriva alla attenzione della giustizia ….
    da quel momento l’accertamento della esistenza di questo atto violento dovrebbe essere automatica e non piu’ bloccabile
    altrimenti il “reo” potrebbe commettere altri reati al fine di far ritirare la segnalazione del reato …..
    .
    In certi casi la vittima non e’ chi subisce il danno materiale (e risarcibile) ma la societa’.