IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, con una mazza da baseball picchia l’ex genero: arrestato

Più informazioni su

Savona. Ha preso a bastonate l’ex genero usando una mazza da baseball ed è stato arrestato. E’ successo a Lavagnola. La moglie dell’uomo, che è un cinquantenne, è stata invece denunciata a piede libero.

L’episodio è iniziato intorno alle 15 quando tutta la famiglia, padre, madre e figlia, si è presentata sotto casa dell’ex convivente della figlia, un uomo di 35 anni. La ragazza non sapendo come entrare nell’alloggio del compagno per ritirare alcuni effetti personali ha pensato di chiamare i vigili del fuoco sostenendo che l’appartamento era saturo di gas. Una scusa per poter entrare con loro. I pompieri anziché passare dalla porta sono entrati dalla finestra. Una volta accertato che non vi era alcuna situazione di pericolo hanno segnalato il caso alla polizia.

Nel frattempo è arrivato l’ex compagno. E’ nata una violenta lite sfociata in una colluttazione. Il padre della ragazza ha afferrato una mazza da baseball ed ha iniziato a picchiare il trentottenne poi costretto alle cure dei medici dell’ospedale San Paolo: guarirà in un mese. Poco dopo sono arrivati i poliziotti che hanno arrestato l’uomo e denunciato la moglie e la figlia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    Sono d’accordo con Roderico.

  2. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    Ma basta con le ipocrisie buoniste! Vuoi un esempio? Guarda i cognomi dei detenuti a San Vittore o in un qualsiasi carcere del nord… le percentuali sono veramente impietose! Ora non dico che i meridionali siano tutti delinquenti (ci mancherebbe: ho molti amici tra loro) ma non bisogna nemmeno avere il salame sugli occhi! Mafia, ndrangheta e camorra hanno un’origine specifica; vuoi per cultura o per ignoranza indotta dalla povertà e dallo sfruttamento politico del voto di scambio… ma tant’è che i numeri non si possono discutere, se poi aggiungiamo i delinquenti di importazione, abbiamo un quadro disastroso del nostro paese… ma per cortesia! Non continuiamo a nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi!

  3. Scritto da El Rey del Mundo

    @grifoste:
    non iniziamo con le discriminazioni Nord-Sud per favore perchè ormai sono preistoria ed antiquariato: piuttosto pensa ai tuoi “amici” venuti in massa dal Paese delle Aquile, dal Marocco, dalla Tunisia, dall’India, ecc. ecc. a quelli non ci pensi?! Non ci pensi perchè probabilmente ti riforniscono di tanto “fumo” o di “polvere” che a te piace tanto. Ti fanno gli sconti quantità?
    E pensa che una volta fu varata la LEGGE BOSSI-FINI che proprio COMUNISTI non sono…

  4. Scritto da Antonio.sv

    Grifoste, intendi dire che se uno non è nato al nord deve essere per forza un delinquente o un ignorante ? Penso che chi sostenga una cosa del genere non brilli di intelligenza. Cmq non ragioniamo per luoghi comuni, i buoni e cattivi esistono in ogni razza e in ogni nazione. Chi non rispetta le leggi e le regole deve pagare per il danno che ha arrecato, indipendentemente da dove provenga. Il problema è che nel nostro paese la giustizia non esiste.

  5. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    Sono d’accordo con grifoste: alla faccia dei buonisti le percentuali sono impietose… dentro le carceri o sono “imported nazionali” o extracomunitari, di li non si scappa! Dovevamo “arroccarci” già negli anni 50, sarebbe nata una bellissima civiltà non contaminata da mafia, ndrangheta o camorra o da delinquenza di oltreconfine… Ora è troppo tardi…forse!