IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, Nino Miceli (Pd): “Da Montaldo garanzie su urologia Santa Corona”

Pietra Ligure. “Ringrazio l’assessore Montaldo per l’attenzione dimostrata sulla questione del servizio di urologia del Santa Corona” – lo dice Nino Miceli, capogruppo PD in Regione, a seguito della risposta dell’assessore regionale alla sanità durante il consiglio di oggi. “Mi spiace tuttavia dover constatare per l’ennesima volta l’eccesso di distanza tra le decisioni di Giunta e Consiglio regionale e l’Asl che sembra agire spesso a favore di interessi personalistici, magari di qualche primario, e non della collettività”.

“Montaldo – continua Miceli – ha garantito che seguirà l’evolversi della situazione che, a nostro giudizio, era partita in modo preoccupante penalizzando il Santa Corona, che vanta invece una rinomata specializzazione in ambito urologico, e verificherà personalmente il mantenimento dell’equilibrio oggi raggiunto tra i due presidi ospedalieri savonesi”.

Nella sua risposta, l’assessore ha confermato l’attivazione dei 12 posti letto all’interno del dipartimento di chirurgia del Santa Corona, destinati a pazienti urologici, sia per attività ordinarie, che day hospital ed emergenze, e ha affermato di aver sollecitato il direttore dell’Asl savonese a prestare massima attenzione all’equilibrio delle prestazioni tra San Paolo e Santa Corona, assicurando il pieno utilizzo di entrambe le equipe sui due ospedali principali, onde evitare sprechi ma anche demotivazione del personale altamente specializzato ed operativo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. vadaabordocazzo
    Scritto da vadaabordocazzo

    Per carità di Dio: TOGLIETE di MEZZO IL CAZZ@ di PRETESTO PRINCIPE !!!!! CANCELLATE L’ALIBI !!! TOGLIETE il Dea di secondo livello da PIETRA e spostatelo a SAVONA che è fino a prova contraria l’ospedale di riferimento provinciale !!! (spostando conseguentemente il trauma center e neurochirurgia) . E FINIAMOLA CON STE ROBE DI CAMPANILE. SI FACCIA UN PO’ di statismo e si pensi ad una riorganizzazione vera (2 ospedali + 1 di vallata).
    L’attendismo porta mali non benefici. Tradotto: al prossimo giro GRILLO vi si mangia tutti

  2. Scritto da menabèlìn

    cunsiderandu a situassiun u me pàa cu sejjie in cajiu de cumpetensa pe l’urdine di meéghi de Savuna. Cumme mai st’urdine u nu interveggne? Sun au curente de stà situassiun?
    De reggula l’urdine u duvieeva éesse ciutostu autonnumu cumme in teurie duvievan éesse i meghi, svinculé dau raportu gerarchicu cun i pulittici vistu che duvendu rispunde primma an certu ,,,Ippocrate sajievan lighè a l’ettica e ciuè au pasiente, primma che au pulitticu!
    In pocche parolle u raportu megu-passiente u duvieva éesse ciù impurtante,,,
    Cumme mai cumm’u dijie u Miceli ‘é diretive da regiun nu veggnen rispeteé?
    ,,,anche se u ghe sajeva da dumandaghe cumme mai st’asesure cu l’é du sterssu soeé partiu u nu l’é intervegnniu primma che u poviu prufessure u se n’andesse,,,,

  3. pinco
    Scritto da pinco

    INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA ai sensi dell’art.118

    Oggetto: Servizio di Urologia dell’ospedale “Santa Corona”.

    PREMESSO CHE l’ospedale “Santa Corona” vanta una pluridecennale attività chirurgica di elevata specializzazione in ambito urologico che si caratterizza in oltre un migliaio di interventi annui;
    CONSIDERATO CHE il “Santa Corona” è sede Dea di secondo livello e di Trauma Center, per cui Urologia è determinante sia in questo contesto che per l’attività traumatologica di elezione;
    VISTO CHE la recente riorganizzazione del reparto di Urologia, proposta da parte dell’ASL, prevede la soppressione della struttura complessa ma, al contempo, l’aumento dei posti letto e delle sedute operatorie;
    APPRESO CHE esiste una difficile integrazione tra l’attività chirurgica programmata dagli urologi del “Santa Corona” e la direzione del reparto affidata alla struttura complessa dell’ospedale “San Paolo”, con limitazioni evidenti dell’attività e dello spazio di sedute operatorie per alcuni medici e che, inoltre, confrontando i numeri degli interventi chirurgici dell’anno 2011/2012 emerge, chiaramente, una riduzione dell’attività chirurgica della divisione di Urologia di Pietra Ligure quantificabile in un 50% in meno di attività, il che esprime drammaticamente la realtà dei fatti

    INTERROGANO
    LA GIUNTA REGIONALE e L’ASSESSORE COMPETENTE

    al fine di conoscere:

    • quando saranno attivati i dodici posti letto previsti al “Santa Corona”;

    • se intendano tener conto anche di eventuali altre soluzioni organizzative dirigenziali per dare seguito ad una diversa collocazione gestionale del reparto nell’ambito del Dipartimento Chirurgico.

    Stefano Quaini, Matteo Rossi, Nino Miceli.
    ———-

    Inoltre la questione è legata anche a questo:

    http://www.ivg.it/2013/02/urologia-al-santa-corona-dimissioni-del-prof-pezzica-gasco-e-melgrati-presentano-interrogazione-urgente/
    di cui il testo:
    IRI 844 ecco il testo (atto pubblico, disponibile sul sito) :

    Interrogazione a risposta immediata ai sensi dell’art. 118
    Oggetto: in relazione alle dimissioni del Prof. P. Direttore di Urologia dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.
    I sottoscritti Consiglieri regionali,
    VISTE le dimissioni rassegnate dal Direttore di Urologia del Santa Corona, Prof. C. P., fatto gravissimo e sintomo di una situazione di abbandono e di profonda crisi che sta vivendo la sanità savonese in generale ed il Santa Corona in particolare;
    VISTO l’evidente depauperamento del territorio savonese, a fronte di una scellerata politica sanitaria genovacentrica messa in atto dalla Giunta Burlando;
    CONSIDERATO che, ad oggi, il documento sulla riorganizzazione del sistema sanitario regionale non è nemmeno passato in Commissione Sanità della Regione, defraudando concretamente il Consiglio regionale di un suo precipuo compito, mentre da novembre le aziende sanitarie della regione stanno mettendo in atto politiche di ridimensionamento pesantissime, con atti unilaterali ed arroganti. Purtroppo al di là di facili proclami da parte della maggioranza di Sinistra che, attraverso una nota stampa, aveva fatto sapere che avrebbe interessato Montaldo sulle vicende di Urologia, oggetto di pesanti ridimensionamenti sotto il profilo dei posti letto e delle attrezzature, di fatto questa struttura complessa è stata pesantemente penalizzata con la conseguenza che il professor P. ha abbandonato il Santa Corona con gravi danni per l’attività di un reparto che avrebbe dovuto essere fiore all’occhiello del nosocomio;
    RILEVATO CHE stiamo perdendo i migliori medici che fuggono da una contesto che oramai è diventato ingestibile: tagli scellerati, decisioni prese solo nell’ottica del contenimento dei costi senza alcuna riflessione sulle ripercussioni negative che queste hanno su pazienti e strutture sanitarie, creando una situazione esplosiva le cui uniche vittime sono i pazienti;
    INTERROGANO
    IL PRESIDENTE BURLANDO E L’ASSESSORE ALLA SALUTE MONTALDO
    per sapere se siano al corrente di tale grave situazione e quali provvedimenti intendano mettere in atto per fermare questa fuga di professionalità, sintomo evidente del malessere e del disagio che si vive nel nostro territorio e che si inserisce in un momento già molto complesso e travagliato per tutta la sanità ligure.
    Marco Melgrati
    Roberta Gasco
    ———–
    Ha ragione Miceli come ha chiaramente espresso nell’articolo, come hanno già detto fino alla nausea Quaini/Mlegrati e altri. in modo assolutamente bipartisan…
    Oppure per sapere altro basta chiederlo all’interessato che è in questa foto con il camice bianco e che, purtroppo, la sanità savonese pubblica, con molto danno, ha perduto.
    http://www.ivg.it/2012/01/santa-corona-quaini-idv-urologia-troppo-lunghi-i-tempi-di-attesa/

  4. Scritto da roberto 2

    Se lo dice Montaldo siamo in una botte di ferro!!!

  5. pino-fuoco
    Scritto da pino-fuoco

    Sei in campagna elettorale? Pensi che la gente del Santa Corona e i cittadini abbiano già dimenticato che sei stato il protagonista della deaziendalizzazione? Non interessarti di cose di cui non capisci grazie.