IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponte mobile Darsena, Miazza: “Attendiamo decisioni giudice per far ripartire lavori”

Savona. C’è ottimismo in Autorità Portuale per la ripresa dei lavori per il nuovo ponte mobile pedonale a raso sulla Vecchia Darsena. L’impresa che si era aggiudicata i lavori è in stato prefallimentare e ora si cerca la quadra con i debitori. Ma la Port Authority chiede tempi brevi per riattivare il cantiere.

Progetto ponte mobile Darsena Savona

Spiega il presidente dell’ente portuale Gianluigi Miazza: “La problematica del ponte è relativa alla richiesta di concordato presentata dalla società che a suo tempo aveva vinto la gara. Abbiamo depositato una serie di incartamenti al giudice e al curatore, e stiamo cercando di ottenere una decisione perché il cantiere non sia fermato”.

La Cometal, la ditta che era stata incaricata, è piombata nella crisi ed ha chiesto al tribunale fallimentare di Parma l’ammissione alla procedura di concordato preventivo. Così per la nuova passerella, destinata a sostituire il vecchio ponte verticale, i tempi sono incerti.

“Sono stati realizzati alcuni manufatti solo per noi; ora si tratta semplicemente di montarli. Le autorità cui spettano le decisioni dovranno valutare bene questi aspetti ed eventualmente autorizzare la prosecuzione dei lavori. Noi pagheremo, essendo un ente assolvente, e questo ritengo possa anche essere considerato un elemento positivo in sede di giudizio” conclude Miazza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rapalino

    Ma perchè non si è dato l’appalto ad una ditta locale?……………ovviamente non dei soliti noti ma almeno sarebbe stato lavoro per la nostra provincia ormai asfissiata……………