IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Polo Energia Sostenibile, nuova strumentazione: cella per l’invecchiamento climatico foto

Cairo Montenotte. IPS, Agenzia per lo sviluppo della Provincia di Savona, prosegue nell’impegno di promozione delle energie alternative, in particolare implementando tutte le iniziative, le intelligenze e le risorse per consolidare un ruolo di eccellenza sul tema dell’energia con il “Polo di Ricerca e di Innovazione sull’energia sostenibile”, di cui la stessa IPS è Soggetto Gestore.

“Il Polo di innovazione – ricorda il presidente Carlo Ruggeri – si arricchirà di nuove iniziative fortemente finalizzate alla promozione sul territorio delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. Oltre ai due sistemi per la diagnostica della combustione Laser LIF/PIV acquistati nel 2011, che consentono l’analisi dei processi combustivi al fine della riduzione delle emissioni e della efficientizzazione della combustione stessa, il Polo si è dotato di una nuova strumentazione: una cella per prove di invecchiamento climatico”.

La cella climatica, collocata nelle aree del Parco Tecnologico Valbormida in Località Ferrania del Comune di Cairo Montenotte, consiste in un avanzato sistema di prova per materiali, componenti e prodotti mediante la simulazione di diverse condizioni ambientali con ripetizione ciclica al fine di condurre test di invecchiamento. La struttura potrà essere utilizzata a vantaggio sia delle imprese aderenti al Polo sia di quelle esterne che ne faranno richiesta.

La cella climatica – la prima delle infrastrutture di ricerca del Polo Energia Sostenibile ad essere installata presso le unità immobiliari di Parco Tecnologico Valbormida – consentirà di avviare le attività di ricerca e sviluppo nel sito di Ferrania che si prevede di espandere in futuro con l’acquisizione e l’installazione di ulteriori attività e attrezzature per la caratterizzazione dei materiali ed eventualmente con l’integrazione di ulteriori dotazioni di test e misura per condurre prove nei settori relativi alla produzione, gestione e trasmissione di energia, ivi compresi componenti di smart grid.

L’acquisizione di tale dotazione tecnologica consentirà alle imprese, costrette fino ad oggi a rivolgersi al mercato straniero, di poter condurre attività di ricerca e sviluppo sperimentale, oltre che testare i propri prodotti da immettere sul mercato con le opportune certificazioni. L’area savonese può dunque vantare un’apparecchiatura sul territorio tra le più avanzate d’Europa e tra le poche al mondo idonea a test su isolatori siliconici.

Anche questa nuova dotazione, unitamente al laboratorio LIF/PIV in funzione presso il Campus Universitario di Savona, consentirà una maggiore collaborazione con le imprese ed i centri di ricerca italiani ed internazionali e una maggiore attrattività per le imprese dell’area savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.