IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Fratellanza Savonese nell’olimpo della ginnastica artistica italiana: promossa in Serie A1

Savona. La Fratellanza Savonese vola nell’olimpo della ginnastica artistica italiana. Dominando la quarta prova del campionato di Serie A2, le ragazze biancoblù hanno conquistato la promozione nella massima categoria, dove, nella prossima stagione, si confronteranno con le altre nove società al top del movimento nazionale.

Teatro della consacrazione delle atlete della Fratellanza è stato il Nelson Mandela Forum di Firenze. Di fronte a tribune gremite da migliaia di spettatori, tra i quali circa 150 savonesi, giunti in Toscana con due pullman e diverse auto, le ragazze del presidente Andrea Zaffarano hanno dato il meglio, meritandosi gli applausi sia dei propri sostenitori che dei tecnici delle compagini avversarie.

Alice Bortolazzi, Thi Thu Ha Cardetti, Alessia Contatore, Beatrice Chessa e Michela Redemagni hanno vinto classifica di giornata, balzando al primo posto nella graduatoria generale. A Firenze è arrivata seconda la Coop Parma; terza la Polisportiva Casellina di Scandicci. A salire in Serie A1 insieme alle savonesi, però, nonostante il nono posto di ieri, è la Ginnastica Romana. Terze in questo campionato di Serie A2 sono giunte Corpo Libero Padova e Coop Parma.

Al termine delle gare il responsabile del settore femminile della Fratellanza, Mario Sbaiz, che è anche direttore tecnico del comitato regionale, ha espresso tutta la sua soddisfazione. Oltre che da Sbaiz, le savonesi sono state seguite dai tecnici Elisa Barile, Barbara Cova, Marta Barile e Stefania De Silva. Quest’ultima è l’allenatrice di Alice Bortolazzi, in prestito dalla Pgs Auxilium Genova.

Fin dai primi due eventi stagionali, la Fratellanza Ginnastica Savonese aveva fatto capire che quest’anno, nel quale celebra il 130° dalla sua fondazione, poteva essere quello buono. Ad Ancona le biancoblù si erano classificate prime; a Padova seconde. Una lieve flessione a Bari, con un settimo posto, causa anche di un infortunio a Michela Redemagni, poi rientrata rapidamente nella forma migliore.

Il risultato è frutto di tanti sacrifici, compresi spostamenti frequenti in altre località del Nord Italia, dato che le strutture disponibili a Savona non si rivelano adeguatamente attrezzate. E’ la seconda promozione consecutiva, dopo il salto dalla Serie B alla A2 dello scorso anno.

“Purtroppo a Bari abbiamo pagato la distorsione al gomito della Redemagni – ha dichiarato ieri Sbaiz -. Con Michela stamani si è rivista la squadra dell’esordio ad Ancona. Nel 2014 avremo un innesto molto interessante, l’allieva Greta Fiorentino. Che gioia vederla esordire nella massima serie. Ci manca soltanto l’impianto per fare il salto di qualità. Per un cavillo burocratico questo non è stato ancora possibile, però confidiamo che l’accesso in A1 serva da stimolo al Comune per accelerare la pratica”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del Comitato regionale Liguria Giuseppe Raiola, che aggiunge al sito FGI: “E’ un piacere veder premiata una società che fa enormi sforzi, tra mille difficoltà logistiche. Passata l’emozione ci sarà da lavorare tanto, e il Comitato sarà presente”. In effetti la società diretta da Andrea Zafferano, al momento, si allena nel piano rialzato del palasport cittadino, con il disagio di dover montare e smontare la tavola del volteggio sul parquet del campo da basket.

“Eppure – riprende l’allenatore capo del team ligure – siamo riusciti a fare il doppio balzo, dalla B al paradiso in due anni. Il pensiero non può che andare a Gioacchino Barile, vice presidente societario e dello stesso comitato FGI, scomparso a marzo del 2012”.

Ieri le portacolori della Fratellanza erano in gran giornata, ognuna ha dato il suo fondamentale contributo. Thi Thu Ha Cardetti, detta “Titti”, ha 13 anni e studia in Terza Media alle De Andrè di Albisola. Alessia Contatore, 15enne, capitano della squadra, studia al Liceo Grassi ed è in Seconda. Beatrice Chessa è la più piccola: 12 anni e studia in Seconda Media ad Albisola. Michela Redemagni, anche lei 12enne e in Seconda Media ad Albisola, è nel giro della nazionale Juniores. Alice Bortolazzi ha 14 anni e frequenta la Prima al Liceo scientifico King di Genova.

Conquistata l’esaltante promozione, le savonesi si concederanno una giornata di festa con un saggio, in programma sabato 15 giugno in corso Tardy e Benech. Poi, durante l’estate, sarà tempo di pensare alla Serie A1. A Firenze, oltre ad aver ottenuto i punteggi migliori, sono state premiate come team dall’età media più bassa con il “Trofeo Mandela”. Il futuro è dalla parte delle cinque splendide atlete che hanno portato Savona al vertice della categoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.