IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il polo scolastico ingauno si farà: protocollo d’intesa con la garanzia di una “doppia” location foto

Albenga. Il polo scolastico ingauno si farà: una frase che gli albenganesi hanno sentito echeggiare più volte tra strade e “caruggi” di città, ma che – ne sono convinti il sindaco Guarnieri e il presidente della Provincia Vaccarezza – da oggi ha fondamenta concrete.

Prova ne è la firma, avvenuta questa mattina, di un protocollo d’intesa tra l’ente comunale e i rappresentanti di Palazzo Nervi (presente anche l’assessore provinciale Roberto Schneck) che vincola i due organismi a un impegno fattivo per la realizzazione del mega-campus che dovrebbe raccogliere i circa 1700 studenti delle scuole superiori albenganesi. Un documento che prevede copertura finanziaria, progettazione e, soprattutto, l’area in cui realizzare il tanto agognato polo.

La location ideale è quella della caserma Turinetto, impantanata però nell’iter del difficile accordo da portare a termine con l’Agenzia del Demanio. Il punto di novità, però, è proprio questo: se Turinetto non sarà, il Comune si è comunque impegnato nero su bianco a concedere un’area di “ripiego” in cui troverà sede la maxi scuola. Si tratta della zona a mare che, per intenderci, si trova alle spalle dell’ex cinema Astor, estendendosi per poco meno di 15 mila metri quadri verso il lungo Centa, e che era di proprietà del Comune di Loano prima di essere venduta per circa 900 mila euro al Comune ingauno (era l’epoca della giunta Tabbò che avrebbe voluto farne un parco urbano con tanto di nuovo teatro).

“Questa è una giornata storica – esordisce il primo cittadino albenganese – Firmare un protocollo concreto come questo con la Provincia e che prevede copertura finanziaria, progettazione, area di realizzazione, è per noi una grande soddisfazione. Il polo verrà creato nell’area della Turinetto quando verrà definito l’accordo di programma con l’Agenzia del demanio, accordo che subisce un ritardo dovuto al fatto che le molte leggi nazionali che si sono susseguite in questi anni erano in contrasto fra loro. Siamo comunque certi che l’iter proseguirà e ne verremo in possesso a breve. Ad ogni modo, in caso contrario, abbiamo una valida alternativa. Perché il progetto sia funzionale, inoltre, abbiamo istituito una commissione tecnico-scientifica alla quale parteciperanno anche i capi di istituto. Insomma, da oggi gli albenganesi ci possono davvero credere”.

“Rispetto al passato, dove si sono spesi soldi senza avere stabilito il luogo, dove si è stilato un progetto senza pensare come finanziarlo, noi diamo segnali concreti perché davvero vogliamo portare a termine questo sogno – commenta il presidente Angelo Vaccarezza – Oggi il terreno c’è, ce lo mette a disposizione il Comune, poi se la questione per le aree della Turinetto si risolverà bene, altrimenti abbiamo a disposizione un’area che io conosco molto bene, dal momento che ero sindaco di Loano quando è avvenuta la cessione ad Albenga”. La Provincia stanzierà 5 milioni di euro.

Una notizia positiva, dunque, che arriva dopo giorni di polemiche relative ad un altro tema “scolastico” e che riguarda l’ipotesi della settimana corta, dal momento che i tagli hanno comportato una enorme difficoltà per la Provincia per far fronte alle spese di gestione, riscaldamento compreso. “Il governo non può lasciare alla Provincia una competenza importante come quella relativa alla scuola e al contempo farla diventare un ente in liquidazione: o alla provincia vengono lasciate le risorse o queste competenza vanno a qualcun altro – commenta Vaccarezza – Devo dire che l’ultimo provvedimento del governo è di buon senso, è più equo e noi potremo garantire servizi di qualità fino alla fine dell’anno. Poi se vorranno davvero tagliare le Province dovranno dirci a chi andranno le relative competenze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. aronne piperno
    Scritto da aronne piperno

    Come mai nessun articolo sulla vicenda del sindaco che insulta i vigili???
    Sembrate telekabul