IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Hakuna Matata, 24 ore di allegria e solidarietà nella Marina di Loano

Loano. Sara (Sostegno Ai Ragazzi Autistici) è un progetto rivolto a tutti i ragazzi con una particolare attenzione agli autistici ed ai diversamente abili ed ha il fine ultimo di coltivare e diffondere la cultura dell’integrazione e della solidarietà attraverso il gioco e le attività fisiche e sensoriali. Il trovarsi insieme e condividere spazio e tempo è un’opportunità di arricchimento rara e preziosa che permette ai normodotati di accettare e valorizzare le diversità e ai diversamente abili di essere stimolati ed aiutati a socializzare.

Eusebio Busè dell’associazione Hakuna Matata, ideatore del progetto, afferma: “Proprio per seguire questa linea abbiamo deciso che la prima attività del nuovo anno si chiamerà ‘Un giorno per noi’ e, come si evince dal tema, sarà un’intera giornata completamente dedicata allo sport che ancora una volta vedrà come protagonisti i bambini e le loro famiglie. Passeremo insieme nella Marina di Loano, che con grande sensibilità ci accoglie e sostiene tutti i nostri progetti, 24 ore che saranno interamente nostre. Un giorno e una notte di grande festa, di attività sportive in terra e in mare, di allegria, solidarietà, condivisione, puro divertimento ‘senza pensieri’, così come recita il nostro motto. Ci saranno diportisti, velisti professionisti, insegnanti di ginnastica, volontari che organizzeranno regate, giochi…”.

“Ma non solo – prosegue -. Ci sarà anche il tempo di conoscere un po’ più da vicino il mare e l’ambiente che ci circonda. Ci sarà il tempo di vedere invece che guardare e di ascoltare invece di sentire: ci sarà tempo per noi e per i nostri figli lasciando dietro le spalle preoccupazioni e dolori. Ventiquattro ore di pura magia Chiediamo un aiuto, perché di questo noi viviamo: vorremmo far provare l’esperienza della vela ai bambini che parteciperanno, per questo preghiamo gli armatori disponibili di dare la loro adesione all’iniziativa mettendoci a disposizione le loro imbarcazioni. Chi aderirà potrà portare in mare per delle mini-regate alcuni bambini accompagnati da almeno un genitore”.

“Lo scopo non sarà gareggiare per vincere – rimarca Eusebio Busè -, ma molto più nello spirito di de Coubertin: partecipare, ma col cuore. Respirare ed assaporare il mare, entrare in sintonia con altre persone, condividere un’esperienza talmente bella da essere poesia”.

“Ma non è tutto – aggiunge -: il nostro desiderio è coinvolgere anche la città che ci ospita, Loano, il cui sindaco Luigi Pignocca ha dimostrato più di una volta sensibilità e solidarietà anche concedendoci il patrocinio. A lui chiediamo aiuto  affinché ci sia concesso, per quella giornata, il suolo pubblico e le attrezzature comunali a titolo gratuito per i bambini che aderiranno alla nostra iniziativa. Chiediamo aiuto anche alle associazioni sportive (nuoto, vela, tennis, basket, pallanuoto, calcio, danza, ginnastica, atletica, eccetera): fatevi avanti e metteteci a disposizione le vostre strutture e le vostre peculiarità. Ve ne saremo davvero molto grati”.

“Loano per un giorno città dei bambini, dello sport, dell’amicizia, dell’allegria, della solidarietà – conclude -. Loano per 24 meravigliose ore città dell’amore”. L’evento, “Un giorno per noi”, si terrà domenica 30 giugno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.