IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, visita del vescovo Lupi: volantinaggio anticlericale del Pcl

Finale L. Questa mattina, di fronte al Comune di Finale Ligure, in occasione della visita del Vescovo Lupi presso il Consiglio comunale, i militanti del Partito Comunista dei Lavoratori hanno diffuso materiale informativo e distribuito preservativi gratis alla cittadinanza.

“Il nostro consigliere Matteo Piccardi ha sollevato la questione del trasferimento di parte degli oneri di urbanizzazione secondaria, tasse versate per ogni nuova costruzione generanti un gettito che dovrebbe essere finalizzato a utilità sociale e pubblica, alla Curia, che non necessita sicuramente di queste cifre che potrebbero invece essere fondamentali e necessarie per le istituzioni locali a garantire servizi o per far fronte alla crisi sociale ed economico che stiamo affrontando” afferma Cristian Briozzo del Partito Comunista dei Lavoratori.

“Nel frattempo i militanti del partito, all’esterno dello stabile del Comune, hanno diffuso volantini di denuncia degli enormi privilegi e ricchezze del Vaticano per denunciare le politiche servili delle nostre istituzioni di fronte al potere economico, politico e sociale della Chiesa Cattolica.
Nel volantino, come nella militanza di ogni giorno in quanto marxisti e anticlericali, il Partito Comunista dei Lavoratori rivendicava l’abrogazione del Concordato con la Chiesa Cattolica (che garantisce un trattamento speciale per la Chiesa con finanziamenti subdoli e trasferimenti di denaro pubblico, concessione di privilegi e prebende di vario genere), la nazionalizzazione e l’esproprio dello IOR (la banca vaticana che si posiziona al 10° posto tra le banche del mondo) e di tutti i beni e le ricchezze della Chiesa Cattolica, l’abolizione di ogni privilegio e di ogni ingerenza nella vita pubblica a partire dalla scuola fino alla sanità”.

“Di fronte ad un trasferimento annuo di denaro pubblico che sfora i 9 miliardi di euro a questa “casta” nascosta e silente noi, Partito Comunista dei Lavoratori, ci opporremo sempre allo strapotere di questa gerarchia religiosa che si inserisce perfettamente tra le forze economiche e sociali che sfruttano il sistema finanziario ed economico capitalistico per garantirsi ricchezze e profitti enormi” conclude Briozzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. F.Nietzsche
    Scritto da F.Nietzsche

    Mi spiace constatare che il mio commento, assolutamente entro i canoni del rispetto e della buona educazione sia stato bannato..evidentemente alcuni miei passati interventi non sono stati graditi dalla faziosa redazione di questo giornaletto..

  2. folgore
    Scritto da folgore

    Come detto in altro post mi auguro che il signore in foto così come gli altri militanti siano tutti dipendenti dello stato e non di privati, che assolutamente non abbiano attività IN PROPRIO ad esempio, così a caso, …dei bar…. perché questo è capitalismo puro, che vivano in affitto in case popolari, che non abbiano auto, moto o biciclette intestate, che non usufruiscano di Computer e telefonini simbolo del capitalismo e che non fumino dando guadagno alle multinazionali.
    Ovviamente nessuno di loro deve avere un conto corrente o una carta di credito in tal modo si foraggiano le odiose banche…
    sicuro che non sia così, infatti a parte il loro leader che è stipendiato dal ministero dell’istruzione (e al modello Ingroia gli viene mantenuto il posto anche quando si piglia l’aspettativa) le vostre restano solo chiacchiere.
    Bello poi che la contestazione al Vescovo che si poteva fare su mille cose concrete è stata fatta distribuendo preservativi…ma che razza di protesta è?!?!? Massima credibilità complimenti poi vi chiedete perché prendete 5 voti morti dal sonno….
    “la nazionalizzazione e l’esproprio dello IOR (la banca vaticana che si posiziona al 10° posto tra le banche del mondo)” forse non vi ha avvisato nessuno ma essendo una banca di proprietà di uno stato straniero NON SI PUO’ NAZIONALIZZARE, è come se volessimo nazionalizzare la Casa bianca….quanta ignoranza!
    Occorreva parlare di una sola cosa la copertura degli abusi sessuali e voi vi presentate con i preservativi? In effetti se fossero stati usati a dovere a suo tempo non avremmo certi leninisti in giro!

  3. carlodifinale
    Scritto da ROADRUNNER

    Non mi ritengo di sinistra, ma condivido in gran parte la protesta, specialmente per quanto riguarda il lato economico che la Chiesa ha assunto nel corso degli ultimi decenni.
    I finanziamenti pubblici non so se sia vero, ma se viene dimostrata una cosa del genere sarebbe uno scandalo paragonabile a quello della MPS.
    Peccato che alla protesta non si sia parlato anche di come i Vescovi savonesi abbiano coperto per anni i sacerdoti pedofili dei quali erano stati messi ufficialmente a conoscenza.

  4. IronMan
    Scritto da IronMan

    . . .che cominciassero anche loro del PCL (Partito Comunista dei Lavativi) a pagare IMU sulle sedi di partito, circoli ARCI, e mantenessero con i loro soldi (NON con i nostri) i sindacalisti che vegetano con la tessera del PCL in tasca . . .