IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fermati con un chilo di hashish in stazione a Varazze: due baby pusher patteggiano 32 mesi di reclusione

Varazze. Due anni e otto mesi di reclusione. E’ questa la pena patteggiata questa mattina davanti al giudice Emilio Fois da due baby pusher, T.P., classe ’94, italiano, e L.S., del ’93, albanese, che erano finiti in manette il 18 ottobre scorso a Varazze con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due erano stati arrestati dalla guardia di finanza di Savona dopo essere stati sorpresi con un chilo di hashish trasportato da Genova a Varazze in treno, nascosto dentro ad una borsa.

Nel corso dell’operazione delle fiamme gialle erano finiti in manette anche due minorenni, la ragazza dell’albanese, di 17 anni, ed un sedicenne varazzino. Secondo quanto accertato dagli investigatori la giovane coppia italo-albanese, con la somma di cinque mila euro, aveva acquistato il grosso quantitativo di droga a Genova, per poi trasportarlo a Varazze in treno per suddividerlo in dosi e smerciarlo sulla piazza rivierasca: ad attenderli fuori dalla stazione ferroviaria a bordo di uno scooter gli altri due pronti a prendere la borsa con il carico di hashish. I quattro erano stati però bloccati e arrestati dalla guardia di finanza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.