IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fermati con motorini rubati sull’A10 tentano di corrompere agenti Polstrada: arrestati

Sono stati arrestati dagli agenti della Polstrada di Imperia Ovest due cittadini tunisini, uno residente in Italia l’altro in Francia. I due sono stati fermati a bordo di un furgone sospetto sull’A10, a Borsana, all’altezza di Spotorno, provenienti da Nizza e diretti a Tunisi. All’interno del mezzo sono stati rinvenuti tre motorini, con il blocco accensione forzato.

Uno dei due tunisini, per evitare conseguenze, ha tentato anche di corrompere gli agenti con del denaro: a quel punto sono scattate le manette, con il sequestro del mezzo. Per i tre scooter, dai successivi accertamenti, è stato scoperto che erano stati rubati in Francia nei giorni scorsi. Per i due, rinchiusi in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’accusa è di ricettazione e istigazione alla corruzione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gallinara

    UNA VOLTA ANCHE AI ITAGLIANI SI FACEVA IL FOGLIO DI VIA E PER TRE ANNI NON POTEVANO METTERE PIU’ IL PIEDE NEL TERRITORIO DOVE ERA STATO MESSO IL PROVVEDIMENTO E PERCHE’ AGLI STRANIERI CHE RUBANO NON SI PUO FARE???

  2. Scritto da pensierolibero

    Tunisini…….e comunque fuori in pochi giorni. L’accusa è di ricettazione e istigazione alla corruzione.L’accusa…Sono ladri e basta.In Arabia a chi ruba tagliano la mano… Loro mussulmani e di là arrivano ….

  3. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    Ci vorrebbero leggi speciali contro questo cancro della delinquenza d’importazione… Ci vorrebbe nuovamente il “prefetto di ferro” Cesare Mori! Diversamente la vedo dura liberarci di questa spazzatura tossica umana!