IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni Alassio, Enzo Canepa illustra le priorità del programma: turismo, viabilità e mercato

Alassio. Enzo Canepa scalda i motori per l’imminente tornata elettorale e, dopo aver completato la lista, parla dei temi programmatici: “Non voglio denigrare chi ha amministrato la città né osannare gli esponenti del nostro partito: l’amministrazione ha le sue colpe, ma saranno i cittadini a giudicare l’operato. Il nostro principale interesse è migliorare l’Alassio turistica e la città. Ci sono le necessità dell’apertura del molo e dello stadio, del ripascimento degli arenili come tema chiave per l’offerta balneare. La collocazione del mercato in centro non è condivisibile”.

Enzo Canepa

Proprio sul mercato settimanale Canepa precisa: “Ricordo bene molti anni fa quando era in centro e faceva diventare la città un ostaggio. Dobbiamo anzitutto fare un lavoro sullo spostamento del giorno, perché il sabato è problematico. Mercoledì è per Albenga, venerdì per Laigueglia, mentre lunedì è una giornata pesante per Savona. Restano martedì o mercoledì su cui ragionare; in tal caso ci potrebbero essere altre zone centrali auspicabili”.

“Anche in tema di viabilità, bisogna tornare a quello che era – prosegue – Via Roma era una strada di servizio, utile agli alberghi, mentre ora è diventata una via di transito a velocità sostenuta. Anche i dissuasori di traffico non saranno sufficienti. Bisogna ritornare alla vecchia viabilità, senz’altro con un mercato non posizionato in corso Europa”.

Quanto alla depurazione, il candidato della lista civica targata Pdl commenta: “La soluzione per il depuratore non passa attraverso la bacchetta magica; è essenziale, ormai è Borghetto, ma ci vorranno dai 18 ai 24 mesi per poterci allacciare”.

Dopo vent’anni manca Marco Melgrati e anche il suo stretto collaboratore Fabio Lucchini, che non l’ha presa bene (come del resto Pino Maiellano e Maurizio Esposito). “Non abbiamo voluto penalizzare nessuno, abbiamo cercato il dialogo con tutti – osserva Canepa – Melgrati ha troppo a cuore il destino della città per poterla danneggiare. A lui siamo riconoscenti e da uomo di centrodestra non vorrà ostacolarci. E speriamo che Lucchini non si arrabbi troppo”.

Nella lista ci sono sei tesserati Pdl, uno della Lega Nord e dieci candidati consiglieri indipendenti. “E’ una lista civica fatta con l’aiuto di Vaccarezza, che ci ha dato una mano a ricomporre i problemi e anche ad agevolare l’aspetto burocratico per presentare la lista – spiega Canepa – All’interno ci sono dieci candidati senza tessera di partito e, fra questi, tre persone che non hanno idee di centrodestra. Abbiamo dialogato e abbiamo trovato molte affinità sulle nostre prerogative per Alassio”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Parlare di turismo e’ difficile ….
    Il Turismo legato alle seconde case probabilmente nel giro di cinque o sei anni raggiungera’ livelli economici e di presenza estremamente bassi
    va rivisto per tempo
    i soldi sono sempre meno e sparisce la propensione al risparmio (in Italia) dove questo viene penalizzato a favore di sprechi amministrativi …
    non e’ immediata la cosa … ma il “disastro” messo in piedi dalle amministrazioni ICI e IMU avra’ i suoi effetti protratti nel tempo.
    .
    Vi sarebbe un sistema … per salvare l’economia della Nazione (e di conseguenza di questo Stato cosi’ mal governato).
    .
    La “deduzione”
    .
    un marziano a suo tempo affermava che pagare le tasse e’ bello ….
    (forse era un marziano svizzero o tedesco … che si e’ trovato qui da noi per errore)
    .
    Pagare le tasse e’ un dovere …. che nessuno apprezza.
    .
    E allora .. che si fa’?
    .
    Ogni volta che spendiamo qualcosa (un qualcosa su cui abbiamo gia’ pagato delle tasse….
    un quinto o un quarto della spesa finisce nelle casse dello Stato …
    .
    Ecco se la spesa fatta regolarmente dai cittadini fosse integralmente deducibile e magari comunicata periodicamente agli stessi …
    ecco che il cittadino …
    che non ama pagare le tasse (tutti salvo uno … il marziano citato prima)
    sarebbe invogliato a “spendere … ristrutturando, divertendosi, dilapidando o investendo ….
    con la certezza che cio’ che ha speso regolarmente …
    abbassa il suo imponibile e … se spende tutto nulla dovra’ pagare in tasse varie.
    .
    Certo le spese fatte all’estero … o quelle “non dichiarabili” non abbasseranno l’imponibile.
    .
    E questo renderebbe un grosso favore al turismo ed al benessere nazionale.
    .
    Dai Enrico … basa le entrate fiscali sul benessere e non sullo sfruttamento dei soliti malcapitati.

  2. Scritto da Biagio MURGIA

    Niente di nuovo all’orizzonte…..anzi qualcosa di vecchio e stantio……Se è questo il meglio del centro-destra per Alassio……penso che abbiano perso in partenza…..ZIONI, GIANNI AICARDI, INVERNIZZI ROCCO…..ancora una volta si è persa l’occasione per dare una bella rinnovata al partito..