IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cosplay a Loano, Yuriko Tiger: “Quasi una professione, ragazze modelle ma anche sarte”

Più informazioni su

Loano. Hobby e divertimento, ma per qualcuno anche un lavoro. Il “cosplay” è un fenomeno versatile, che mette insieme socialità e svago. Qualcuno però ne fa uno stile di vita, che possa anche rendere qualcosa. E’ il caso di Yuriko Tiger, cosplayer dal 2008 che oggi si divide fra Tokyo e Imperia.

Cosplay a Loano

“In Giappone sta diventando quasi una professione, diversamente ben vista rispetto all’Italia – spiega la stessa J-pop model – Ci sono fiere e raduni molto più grandi. Molte cosplayer vengono pagate negli stand per promuovere il nuovo anime o videogame in uscita. Sono stata tre mesi in Giappone e ripartirò per stare da luglio a dicembre”.

“Quando dici che sei italiana le reazioni sono prevalentemente positive – prosegue Yuriko Tiger – In Italia invece è difficile, specialmente adesso. Comunque molte cosplayer non sono solo modelle o ragazze immagine, ma sanno anche cucire: sanno fare le sarte. Ci sono cosplayer capaci di realizzare armature che neanche un uomo saprebbe fare; a volte sono vere opere d’arte”.

La parola cosplay è deriva dai termini inglesi “costume”, costume, e “play”, interpretare o anche giocare. Il fenomeno prende in considerazione per la maggior parte personaggi tratti dai manga o dagli anime (essendo nato in Giappone, i primi personaggi interpretati erano tratti dai fumetti nipponici). In seguito il fenomeno si è esteso anche a personaggi di videogame, cartoni animati, film, telefilm, libri, pubblicità, band musicali e giochi di ruolo.

Loano ripropone periodicamente raduni cosplay. L’iniziativa di oggi è stata organizzata dal Punto d’Incontro Italo Calvino in collaborazione con Manga Cafè e con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo.

Questi i consigli di Yuriko Tiger per chi si avvicina per la prima volta al mondo cosplay: “Compare la parrucca, cucire personalmente il vestito se è possibile, oppure comprarlo su eBay o su siti appositi, e fare il personaggio che più piace”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. gian joao
    Scritto da gian joao

    poi ci si chiede perché la Cina ci mangia in testa…