IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Corecom, risarcimenti per oltre 350 mila euro: in aumento le controversie

Più informazioni su

Liguria. Nel 2012 le istanze di conciliazione presentate al Co.Re.Com. Liguria sono state 1701 a fronte delle 1546 del 2011. Nel 2004 quando Corecom ottenne la deleghe in materia di conciliazione le udienze furono 88. Il 68% delle udienze di conciliazione del 2012 hanno avuto un esito positivo con un ritorno economico a vantaggio degli utenti di 363.307,33 euro. “In verità però la cifra reale è ancora più alta e sfiora gli 800 mila euro perché negli accordi spesso si prevedono storni dalle successive fatturazioni” ha ricordato il presidente dell’organismo regionale Pasqualino Lino Serafini nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche i commissari Corecom Stefano Cavanna e Matteo Ridolfi.

La maggior parte delle istanze di conciliazione, presentate al Co.Re.Com. Liguria nell’anno 2012, proviene dalla Provincia di Genova (1.300), seguono le province di Savona (212), della Spezia (99) e Imperia (60).

La tipologia di servizio delle istanze di conciliazione presentate al Co.Re.Com. Liguria, riguarda la rete fissa (64%), rete mobile (32%), internet (11%), servizi televisivi (2%). Le principali problematiche riscontrate nelle istanze di conciliazione presentate al Co.Re.Com. Liguria riguardano la contestazione delle fatturazioni. L’istante più giovane che ha partecipato alle udienze di conciliazione del Co.Re.Com. è una ragazza di 19 anni. L’istante più anziana, un pensionato di 86 anni.

La cifra più bassa che è stata conciliata è stata di euro 13,21. La cifra più alta ottenuta in un’udienza di conciliazione nel 2012 è stata pari a euro 9.677. Nel 2011 invece si è avuto il rimborso record di 25 mila euro a favore di un istituto medico. “Spesso – ha ricordato il funzionario del Corecom Roberto De Lorenzi – le vittime di disservizi non solo i privati cittadini: ben il 32 per cento delle conciliazioni riguardano disservizi per utenze business i cui titolari sono Comuni e Comunità montane. Quest’anno, per esempio, hanno fatto ricorso al Comitato i comuni di Noli, Propata, Vobbia e Serra Riccò”.

Il Co.Re.Com. Liguria, in sintonia con l’esigenza di ridurre i costi della pubblica amministrazione, ha rinunciato ad ogni tipo di fondi pubblici per organizzare convegni, seminari risparmiando circa 200 mila euro.

“In questi due anni – ha aggiunto il presidente Serafini – il Corecom non ha fatto risparmiare solo i cittadini, ma anche la Regione Liguria. Non sono stati utilizzati infatti i 100 mila euro all’anno che avevamo a disposizione per convegni e seminari. In soli due anni, quindi, tra gli esiti positivi delle conciliazioni e i risparmi gestionali, il Co.Re.Com Liguria ha salvaguardato circa 1 milione di euro di cui quasi l’80% è andato direttamente ai cittadini e il resto potrà essere riconvertito dall’amministrazione per altri servizi di pubblica utilità.

Nel corso del 2012 si sono recati presso gli uffici del Co.Re.Com. per informazioni 899 utenti e hanno usufruito del numero verde 2.200 utenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.