IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, Juniores: il titolo provinciale va al Taggia, il Borghetto cede di misura ai supplementari foto

Borghetto Santo Spirito. Si è disputato nel tardo pomeriggio di ieri, a Pontedassio, lo spareggio tra Taggia e Borghetto Progetto Calcio, le due squadre che hanno vinto a pari merito il campionato provinciale Juniores.

Il successo è andato ai taggesi con il risultato di 2 a 1 dopo i tempi supplementari, al termine di un match equilibrato, maschio e inevitabilmente teso per la posta in palio.

Partenza simmetrica per le due squadre, che vanno vicine al gol nei primi 10′ entrambe su calcio di punizione: traversa superiore per il Taggia e palla di poco alta per il Borghetto. Passano in vantaggio i granata al 18° con Fruzzetti, bravissimo ad attaccare il primo palo e a deviare in rete un cross basso di Cambiano, abile a rubar palla e a servire immediatamente il compagno.

Il Taggia ritrova la parità al 27° con Cianci, che riesce a centrare la porta dopo una mischia susseguente a calcio d’angolo. Il Borghetto fatica a superare la seconda linea difensiva degli avversari, schierata molto bassa, e a rifornire gli esterni d’attacco, mentre il Taggia si rende pericoloso giocando prevalentemente palla sopra, e riesce a segnare ancora, ma in evidente fuorigioco, al minuto 33.

Il Borghetto va vicino al raddoppio al 44° ancora con Fruzzetti, ma la sua deviazione in acrobazia viene parata. Si va al riposo sul punteggio di 1 a 1.

La ripresa inizia con qualche scintilla, con il Taggia che rifiata lasciando più spazio al Borghetto, che però rimane in inferiorità numerica al minuto 11 per l’espulsione, forse un tantino affrettata, di Fruzzetti, reo di una parolina di troppo ma certo non rivolta al direttore di gara.

I granata non demordono e producono nella parte centrale della ripresa il massimo sforzo ed una pressione costante, ma non riescono ad essere davvero pericolosi. I giallorossi sembrano maggiormente in difficoltà rispetto al primo tempo, nonostante l’uomo in più.Il risultato, al 90°, è ancora di parità: si va dunque ai tempi supplementari.

Il primo tempo non regala emozioni particolari: le squadre si allungano, il Borghetto stringe i denti, non si annotano grandi occasioni.

I ponentini passano al 2° del secondo tempo supplementare su punizione dal limite: la parabola a girare, calciata da Boeri, non viene toccata da nessuno, inganna tutti, portiere compreso, e si infila in porta. Il Borghetto potrebbe crollare e invece costruisce tre occasioni nitide nell’arco di quattro minuti: clamorosa, al 5°, l’incursione di Carrubba che costringe quasi all’autogol la difesa avversaria, ma il portiere sventa miracolosamente.

Rimane in dieci anche il Taggia per il secondo giallo a Boeri. Viganò e Briozzo arrivano al tiro pericolosamente, ma non riescono a infilare la palla in rete e il risultato non cambia più. Vince il Taggia per 2 a 1, al termina di una partita giocata alla pari e decisa da un episodio.

Il Borghetto guidato da Biale e Crispino ha giocato con Giusto, Alarcon, Torterolo, Reale, Zimbardo, Nardulli, Contratto, Fruzzetti, Cambiano (s.t. 18° Briozzo), Matteucci (s.t. 46° Viganò), Arnaldi (s.t. 18° Carrubba); a disposizione Iannei, Bisesi, Accame, Surace.

Il Taggia si è schierato con Martini, Russo, Cianci, Reghezza, Neglia, Mortato, Izetta (s.t. 18° Maloki), Lucia (s.t. 30° Sarubbi), Surace, Boeri, Regazzoni (p.t.s. 20° Muzzioli); in panchina Valente, Baracco, Monsellato, Germinale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.