IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bikers, dure parole degli assessori regionali Berlangieri e Rossi: “Atti inaccettabili, fermare i responsabili”

Liguria. “Sono episodi inaccettabili. So che ci sono stati problemi tra chi organizza eventi per i bikers ed i proprietari terrieri ma da qui arrivare a minacciare la vita degli altri mi pare davvero troppo. Un conto è ragionare e discutere sui problemi un altro è agire in modo inconcepibile e non tollerabile”. Parole dure quelle dell’assessore regionale al turismo Angelo Berlangieri, finalese e che conosce la realtà turistica dell’outdoor del comprensorio di Finale.

Finale Ligure - Chiodi nei sentieri delle Manie

“Stiamo parlando di un settore fondamentale per il nostro turismo, vogliamo destagionalizzare e aumentare i nostri visitatori e poi quando abbiamo le possibilità per farlo si rovina tutto con atteggiamenti irresponsabili” aggiunge.
“Mi auguro che questi episodi finiscano non da subito, ma da prima di subito…” conclude l’assessore al turismo.

“Serve una maggiore cura e tutela del territorio e dei nostri sentieri, e stiamo provando a farlo anche grazie ai fondi europei. E’ chiaro che non si può mettere e repentaglio la vita delle persone, creare questi momenti di tensione… Probabilmente si determinerà un trend negativo in merito a questi episodi che vanno subito arginati, anche grazie al dialogo con le associazioni e quanti sono responsabili dei territori dell’entroterra, ma serve un intervento rapido” conclude l’assessore regionale allo sport Matteo Rossi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rapalino

    Mettiamola cosi………..siccome ci sono boschi e terreni incolti abbandonati ormai da anni perchè non si fanno accordi con i proprietari dei terreni affinchè le strade ed i sentieri possano essere ripuliti dagli utilizzatori? Alcuni motociclisti lo fanno da sempre ma sono additati come vandali………………però il loro operato può tornare utile in caso di incendio, ma questa è un’altra storia.
    Quello che serve comunque è tornare all rispetto delle persone e dei boschi ed il buon comportamento ripaga sempre………..credo che il comportamento di questi presunti “giustizieri” possa anche essere legato a particolari comportamenti di qualcuno, da li ad arrivare a tentare di arrecare danni fisici beh bisogna essere criminali dentro………….

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    Io indagherei nel mondo dei contadini locali, dei boscaioli, dei proprietari terrieri che magari per ignoranza e/o stupidità non vogliono che turisti e sportivi si avventurino nei “loro” terrreni. Spesso i locali vedono di cattivo occhio gli estranei e se ne inventano di tutti i colori pur di scacciarli. Comunque il laccio teso ad altezza d’uomo è davvero un crimine equiparabile al “tentato omicidio” e se beccassi l’autore di questo gesto idiota e malvagio il laccio saprei bene io dove avvolgerglielo: lì dove non batte il sole.