IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, Serie A3: la Cestistica Savonese alla “bella”, giovedì sera la sfida decisiva per la salvezza risultati

Savona. Nonostante una formazione rimaneggiata (ben cinque le ’97 a referto) per le assenze di Alfonso (impegni di lavoro) e Chiara Tesserin (infortunio alla caviglia avvenuto già prima di gara 1), e con la capitana Napoli alle prese con una brutta infiammazione alla spalla destra, le biancoverdi sono riuscite, grazie ad una prova tutta cuore, a sconfiggere le avversarie del Costa Masnaga e conquistare così la possibilità di giocarsi tutto nella “bella”. La partita decisiva per la salvezza si terrà giovedì 18 aprile alle ore 19 presso il palasport di corso Tardy & Benech.

Le ragazze di coach Vito Pollari, in una palestra gremita di spettatori, partono lente ed un po’ contratte vista l’importanza della posta in palio, ma sostanzialmente il primo quarto viaggia in equilibrio, con una piccola supremazia della squadra di casa.

Nel secondo quarto, con le lombarde che passano a difendere a zona, c’è la svolta a favore delle savonesi: quattro triple (due consecutive di Napoli ed una a testa per Caputo e Zanetti) portano le biancoverdi sul +10, distacco con il quale si va all’intervallo lungo (25-35) e con l’inerzia della partita che sembra saldamente nelle mani delle ospiti.

Ad inizio della terza frazione le biancoverdi arrivano al massimo vantaggio (+13) e per tutto il quarto il divario tra le due compagini rimane pressochè stabile, sino al +9 di fine periodo (38-47).

Pochi minuti dopo l’inizio della quarta frazione di gioco arriva il black out e, causa alcune palle perse di troppo, qualche semplice conclusione sbagliata e ben nove liberi falliti, le ragazze della presidente Oggero vedono svanire i punti di distacco. Costa Masnaga rientra in partita.

Gli ultimi minuti sono per cuori forti: sul +3 a favore delle savonesi, a meno di 2’ dalla fine dell’incontro, vengono fischiati due tecnici a Caputo che però, per fortuna delle ospiti, non vengono sfruttati dalle padrone di casa (1 su 4 ai liberi e due palle perse).

Due liberi di Caputo chiudono il discorso ed il tabellone alla sirena recita 58 a 53 per le ragazze della Cestistica, che possono lanciare un urlo liberatorio.

“Il miracolo sportivo si è completato, nell’unico modo possibile: con la sofferenza e la passione – affermano i dirigenti savonesi -. Da segnalare la buona prova delle babies Alesiani e Zanetti che, nonostante qualche ingenuità dovuta alla giovane età, si sono fatte trovare pronte in un incontro così importante”.

“Ed ora tutti a tifare per i nostri colori giovedì sera, quando le biancoverdi si giocheranno tutto, senza possibilità di replica. Con la speranza di poter fare un doppio festeggiamento – concludono -: quello per la salvezza e quello per il compleanno della presidentessa”.

Il tabellino:
B&P Costa Masnaga – S.I. Tankcleaning Savona 53-58
(Parziali: 15-10, 25-35, 38-47)
B&P Costa Masnaga: M. Longoni 19, F. Pozzi 10, Casartelli 10, Bassani 8, C. Pozzi 4, Fossa 2, Curti, Capaldo, Ricci ne. All. Sala, ass. Pirola
S.I. Tankcleaning Savona: Scrignar 18, Lionetti 13, Napoli 9, Alesiani 8, Caputo 5, Zanetti 5, Casto, A.M. Tesserin ne, Scardaci ne, Corso ne. All. Pollari.
Arbitri: Riccardo Falcetto (Torino) e Ivan Battisacco (Rivoli).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.