IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, sì a dehor privato vicino a spiaggia dedicata al campo solare: botta e risposta tra minoranza e sindaco

Quasi 90 mq di dehor sulla spiaggia di Vadino concessi da una delibera di giunta al consigliere ingauno Silvio Cangialosi, che, in passato, ha avuto qualche incomprensione col sindaco e uno dei suoi assessori (Eraldo Ciangherotti), e che sembra ormai essere tornati nei ranghi, anche grazie a concessioni che, secondo i maligni, servirebbero a farlo stare al suo posto.

Concessioni come questa e che fanno storcere il naso a molti visto che questo dehor toglierebbe spazio al tratto di spiaggia dedicato al campo solare dei bambini. “Come mai questa volta l’assessore ai Servizi sociali Ciangherotti non difende i bambini? – chiede dalle fila del Pd Tullio Ghiglione, che, insieme agli altri componenti della minoranza ha chiesto di accedere agli atti per visionare la pratica e individuare eventuali irregolarità.

La delibera concede alla società “Afterbeach” di Cangialosi una porzione di terreno sulla quale installare il dehors. In cambio, il consigliere comunale dovrà mantenere pulito l’arenile e i servizi igienici per i frequentatori del campo solare. Il concessionario dovrà inoltre pagare a palazzo civico la tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

“È grave sottrarre spazio al campo solare dei bambini per ingrandire un chiosco privato – dice ancora Di Tullio – Vogliamo vederci chiaro in questa vicenda”.

Ecco la risposta del sindaco Guarnieri: “Tullio Ghiglione è un bravo ragazzo, ma purtroppo non si applica. Purtroppo, il consigliere ha l’abitudine di creare prima il sospetto, e solo dopo informarsi sui fatti: fa parte della quotidianità che un buon consigliere comunale, sia esso di maggioranza o di minoranza, acquisisca atti della Giunta o del Consiglio, o richieste per le quali vi sono procedimenti amministrativi. Presentando una richiesta scritta, quasi a far pensare che gli venga impedito l’accesso agli atti, Ghiglione vuole solamente e alimentare creare un clima di sospetto”.

“In realtà, quando il consigliere avrà preso atto di tutta la documentazione al riguardo, si accorgerà che questa operazione non è a beneficio della società After Beach, anzi: ha imposto alla ditta, attraverso l’approvazione del Piano di Utilizzo Demaniale – lo spostamento del chiosco più a ponente, quindi più vicino all’area destinata a Campo Solare, al fine di ridurre l’impatto nei riguardi dell’Isola Gallinara. Nel rispetto del Regolamento Comunale, all’art. 64 del Regolamento Edilizio, a tutti gli esercenti, bar o commercio fisso, è data l’opportunità di realizzare dehors in prospicenza al proprio esercizio” continua il sindaco.

“Nel caso di specie, il progetto presentato dalla After Beach vanificava lo sforzo effettuato con lo spostamento del chiosco, poiché, confermando quanto concesso negli anni precedenti all’esercizio – ovvero un dehors di 100 mq – avrebbe, di fatto, avuto il medesimo impatto, riducendo così la visuale dell’Isola Gallinara. Pertanto, è stato richiesto che il dehors fosse di dimensione inferiore, e che fosse sì rispettoso delle vicinanze, ma che si sviluppasse a ponente, e non verso levante, così da ottenere un dehors meno impattante rispetto agli anni precedenti”.

“Nessun sospetto, quindi, ma solo atti volti a tutelare la bellezza dell’Isola Gallinara, attraverso la riduzione dell’impatto del chiosco, senza comunque dare ai bambini frequentatori del Campo Solare una superficie inferiore rispetto a quanto previsto. Anzi: oltre al pagamento dell’occupazione suolo pubblico, per l’After Beach, che si trova in una porzione di spiaggia libera dato in gestione in convenzione al Comune di Albenga, i titolari dovranno assolvere anche a un servizio integrativo di pulizia della spiaggia e del blocco dei servizi igienici. Se il consigliere Ghiglione, anziché scomodare i suoi colleghi, si fosse informato direttamente, io stessa, in qualità di Sindaco e Assessore all’Urbanistica, gli avrei spiegato come stanno le cose. E di certo sarebbe rimasto soddisfatto della risposta” conclude Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.