IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, nuovo piano di lavaggio strade: da 38 a 140 vie pulite con mezzi super tecnologici foto

Albenga. I nuovi e super tecnologici mezzi pulisci-strade tagate Teknoservice faranno il loro debutto in via Fratelli Grana venerdì 19 aprile tra le 7,30 e le 9,30 del mattino.

Dopo anni “maleodoranti” e le continue lamentele da parte dei residenti, la strada – costellata da portici utilizzati come toilette per cani e da una carreggiata spesso striata di rifiuti straripanti dai cassonetti – è entrata infatti a pieno titolo tra le zone interessate dal nuovo “Piano di Spazzamento Meccanizzato” promosso dalla giunta comunale quattro giorni fa.

Il piano in questione costituisce una vera e propria rivoluzione per Albenga, se si considera che quello in vigore fino adesso riguardava appena il 30% delle vie e piazze della città delle Torri. Dal 15 aprile, invece, i mezzi della Teknoservice – che sostituisce da qualche settimana EcoAlbenga – toccheranno il 95% delle strade comunali facendo la loro comparsa anche in zone a lungo dimenticate.

Per dare un’idea, le arterie di città che, ad oggi, possono contare su un risciacquo settimanale sono appena 38, contro le 140 che verranno rinfrescate a partire dalla metà di questo mese. Senza contare una nuova organizzazione, più capillare, anche per ciò che concerne le frazioni. Un cambio di rotta che arriva a pochi giorni dall’allarme lanciato dagli abitanti che vivono all’ombra dei portici del quartiere di Pontelungo, e che, verrebbe da pensare, avrebbe potuto anche essere attuato prima.

“Non è così – precisa l’assessore ingauno all’Ambiente, Guido Lugani – perché solo adesso possiamo contare su mezzi più numerosi e modernissimi in dotazione alla Tecnoservice, con tanto di braccio telescopico che permetterà il lavaggio delle strade anche senza spostare le auto in sosta. Con questo sistema quasi la totalità del suolo cittadino sarà interessato dal lavaggio. Il criterio seguito è quello della fruibilità delle vie. Faccio l’esempio del centro storico: per renderlo più bello agli occhi dei visitatori lo ‘lustreremo’ al sabato, giorno di maggior affluenza dei turisti. Per altre zone, tipo via Dalmazia, abbiamo considerato l’appuntamento con il mercato settimanale, in altre la riorganizzazione è stata totale dal momento che erano praticamente ignorate”.

Da oggi sarà possibile consultare il sito del Comune per verificare il giorno di pulizia della propria via. Sulla “questione portici” che tante polemiche ha sollevato, sono in corso verifiche da parte degli uffici comunali per arrivare a capire se il lavaggio spetti ai privati o all’amministrazione stessa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gallinara

    OLTRE LE STRADE E I MARCIAPIEDI GUARDARE ANCHE I POSTI AUTO PER GLI ANDICAPATI ED IL CARICO E SCARICO INVASO SEMPRE DA AUTOVETTURE NON AUTORIZZATE.POLIZIA URBANA USCITE E CONTROLLATE LE STRADE DEI QUARTIERI.-
    NOI PAGHIAMO PER QUESTO.-GRAZIE…..

  2. il cavaliere
    Scritto da il cavaliere

    Carissimo Assessore.
    Mi aspetto allora visti i potenti mezzi che cambi la crtellonistica verticale per il lavaggio strade o che meglio scompaia.
    Anche se non lo credo visto che porta nelle casse del comune una bella somma di verbali vedra’ che qualcuno le tirera’ le orecchie per le sue affermazioni.
    Per quanto riguarda i porticati indicati se i privati devono lavere il pavimento allora il passaggio non e’ pubblico e il comune dovra’ provvedere a creare altro passaggio ai pedoni.

  3. Scritto da pensierolibero

    Facessero pulire da chi è assunto e pagato per farlo. Ad Albenga ci sono i giardini e lestrade peggiori della REgione. Sanno fare solo multe e modificare la viabilità.A Vadino hanno messo in strada un dosso artificiale per rallentare la circolazione. Giusto ,ma non è segnalato e di notte Vi sfido a vederlo.I sensi unici ogni giorno modificano parcheggi sensi unici per confondere e multare i cittadidini. Ma guardate le strade e i giardini di Ceriale ,Alassio,Laigueglie e poi guardate Albenga. Non hanno operatori ecologici e giardinieri oppure,non fanno il loro lavoro e chi dovrebbe vigilare ??