IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, lite tra ex fidanzati in piazza Marconi: lui la schiaffeggia e le ruba il cellulare. Fermato dai carabinieri

Albenga. Non si voleva rassegnare alla fine del loro rapporto e, per convincerla a restare e farle vedere cosa si sarebbe persa, ha pensato bene di mollarle due schiaffi e di rubarle il cellulare. La strategia “amorosa”, tutt’altro che irresistibile, non ha però sortito l’effetto sperato e la ragazza ha deciso di rivolgersi ai carabinieri per denunciare l’ex fidanzato dai modi un po’ troppo impetuosi.

Il pessimo show è andato in scena ieri sera in piazza Marconi ad Albenga. La 26enne, di professione barista, ha incontrato il suo ex ragazzo (V.P., 26 anni, residente nella città delle Torri) per l’ennesimo chiarimento su una storia finita con una rottura. Il rapporto tra i due era da tempo turbolento, con V.P. che proprio non accettava quell’epilogo e la possibilità che la giovane si rifacesse una vita senza di lui.

La discussione tra i due si è fatta presto accesa, con il 26enne che perde le staffe e la schiaffeggia per poi rubarle il cellulare, per controllarlo o, forse, solo per dispetto. La ragazza però reagisce e chiama immediatamente il 112. A questo punto i carabinieri, con la complicità della giovane, tendono una trappola all’ex fidanzato, dandogli appuntamento al parco giochi “Peter Pan” di via Dalmazia.

Al suo arrivo, i militari escono allo scoperto e lo arrestano per rapina. Dopo alcune resistenze V.P. svela il luogo in cui aveva nascosto il cellulare della giovane (ossia una stradina nei pressi del parco giochi) e viene portato in caserma. Questa mattina è stato processato per direttissima ed è stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione con la sospensione condizionale della pena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonio.sv

    Gli uomini cominciano a crescere ?? Sarà ma per ora vedo sempre più gente sola perché nessuno si fida più a farsi una famiglia con queste leggerezze. Bella emancipazione, è andato tutto a scatafascio. Poi se non hai il macchinone o un bel conto in banca non ne parliamo. Bella moralità.

  2. marty74
    Scritto da marty74

    Certo @Marione, era comodo quando le mogli stavano chiuse in casa ad aspettare il marito, mentre si divertiva nei bordelli, eh!

    Per tenere unite le famiglie, bisogna essere in due. E se una donna giovane che non ha legami famigliari vuole lasciare un uomo, questo se ne deve fare una ragione. Come un tempo facevano le donne ripudiate, anche se tenevano famiglia. O quelle che, rimaste incinta, vedevano sparire, senza spegazioni, quelli che un momento prima giuravano eterno amore.

    Gli uomini è ora che comincino a crescere.

  3. Scritto da Marione

    Si.. È se invece fosse lei che lo ha riempito di corna e lo ha fatto uscire di testa va bene ? Prima di emettere sentenze inutili sarebbe meglio chiarire come sono andati i fatti.
    La verità è che in questa società troppo libertina c’è pieno di farfalline e i matrimoni non durano più.. Forse nel nostro mondo civile presente c’è qualcosa che non funziona. Sarebbe meglio insegnare alle nostre figlie i valori persi e non vestirle già con la minigonna a 10 anni. Certo che con i genitori di oggi non si può certo pretendere molto.

  4. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    E sarà presto libero magari di ripetere il gesto con conseguenze più gravi! Certi idioti vanno fermati e messi in condizione di non nuocere; troppe volte la cronaca ci racconta di tragedie che uno stato senza attributi non può o non vuole evitare! Ai parenti delle vittime di stalker dico solo questo: meglio un brutto processo che un bel funerale (magari di una figlia)