IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, liceo Bruno: “C’era una svolta” premia i suo vincitori

Più informazioni su

Albenga. Sarà Cristina Rava, scrittrice ingauna che ha appena pubblicato per Garzanti il racconto “Un mare di silenzio” a premiare, il prossimo sabato 13 aprile, i vincitori del concorso letterario “C’era una svolta”, giunto ormai alla XVI edizione. 

Il concorso, organizzato dal Liceo G. Bruno di Albenga, con il contributo della Fondazione “A.De Mari” di Savona ed in collaborazione con il Comune di Albenga e con il patrocinio della provincia di Savona, vede la partecipazione di più di 1000 studenti, provenienti da 11 diverse regioni italiane, con un’incursione in territorio francese (hanno preso parte alla prova anche gli studenti del Liceo Internazionale di Marsiglia e quelli del Liceo di Parigi).

Consolidato negli anni nella formula che vede protagonisti attivi gli studenti delle scuole superiori italiane ed europee, il Concorso deve probabilmente il suo successo alla possibilità, da parte degli iscritti, di continuare un “incipit” scritto appositamente da un autore italiano famoso e renderlo proprio, continuando e sviluppando la storia tracciata dallo scrittore.

Le passate edizioni hanno visto la collaborazione di autori quali Ernesto Franco, Nico Orengo, Bruno Morchio, Ernesto Ferrero, Lorenzo Mondo, Andrea De Carlo, Margherita Oggero, Enrico Remmert, Giuseppe Conte, Sebastiano Vassalli, Gianrico Carofiglio, Andrea Bajani, Simonetta Agnello Hornby, Umberto Eco, Michela Murgia.

Dopo una lunga ed elaborata selezione si è giunti alla proclamazione dei 25 racconti finalisti. Nel dettaglio: il Liceo Foscolo di Albano Laziale con Chiara Enriquez, Cristina Melaranci e Valentina Colagrossi; il Liceo Manno di Alghero con Baldinu Elsa; il Liceo Gandino di Bra con Elena Alluto, il Liceo Romita di Campobasso con Asia Iousue; il Liceo Ferrari di Cesenatico con Stella Ceschi; il Liceo Da Vinci di Genova con Costanza Cesario; l’Istituto Marone di Gioia del Colle con Antonia Donvito; il Liceo Vieusseux di Imperia con Luca Vadagnini; il Liceo Vasco di Mondovì con Stefano Toscano e Cloe Curcio; l’Istituto superiore di Parigi con Jacopo Medeossi; l’Istituto Trimarchi di S. Teresa di Riva con Viviana Abbate: il Liceo Chiabrera di Savona con Noemi Salvaterra: l’Istituto Levi di Seregno con Celeste Mancuso e Mattia Tisi; il Liceo Cavour di Torino con Chiara Novara e Maria Sole Galati; il Liceo Vecchi di Trani con Antonio Napoletano ed infine il Liceo Bruno di Albenga che vede ben 5 suoi studenti tra i 25 finalisti: Martina Moretti, Alessia Bareggi, Iyedr Ouhraichou, Ilaria Francese e Lara Boreri.

I docenti e gli accompagnatori provenienti dalle regioni più lontane saranno alloggiati presso strutture alberghiere ingaune a cura del Comune di Albenga, gli studenti finalisti, troveranno ospitalità presso le famiglie degli alunni del Liceo Bruno. Formula che, negli anni, ha permesso di creare numerose amicizie e scambi culturali che proseguono nel tempo.

Venerdì 12 aprile nel pomeriggio inizierà, con l’accoglienza dei docenti, dei finalisti e degli accompagnatori, una due giorni letteraria che vedrà due momenti topici: venerdì sera, alle 21.00, presso l’Auditorium S.Carlo, l’incontro tra Cristina Rava, i partecipanti e la città; sabato mattina, dopo il saluto del Sindaco presso il Comune, la premiazione dei finalisti presso il Teatro Ambra.

Considerato poi il momento conviviale organizzato presso Palazzo Scotto Niccolari, grazie alla collaborazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Alassio e la visita ai Musei e siti storici del centro di Albenga, curato dagli stessi studenti del Liceo Bruno, possiamo senz’altro affermare che venerdì e sabato prossimi Albenga sarà città dei giovani e della cultura. Una “movida” tra “Fior d’Albenga”, il “Piatto Blu” di Palazzo Oddo, storici edifici e musei.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.