IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, polemica sul 25 Aprile. Il Pd: “Commissario di adeguatezza discutibile”

Più informazioni su

Alassio. Il Pd di Alassio esprime il proprio sconcerto e dissenso a fronte delle dichiarazioni rese anche a mezzo stampa dal commissario prefettizio Ceccarelli sul 25 Aprile.

“Il 25 Aprile rappresenta una data che ha segnato un cambiamento profondo nella storia del Paese e che ha dato inizio alla sua rifondazione sulla base della nostra Costituzione – afferma il direttivo del Pd alassino – Negare che l’Anpi e le sue espressioni non rappresentino i valori costituzionali più di altri significa partire da un’analisi storica di stampo revisionista che connota, anche politicamente, chi sostiene questi argomenti più di chi canta ‘Bella Ciao’ e ‘Fischia il Vento'”.

“Questo prodigarsi, poi, nello ‘studio’ delle parole e dei testi delle diverse canzoni per paragonarle con finalità distintive è assolutamente grottesco. Per giunta questa attività di ‘studio’ non rientra certo nell’ordinaria amministrazione ovvero nelle competenze affidate al commissario stesso. I caduti sul fiume Piave così come i Partigiani che hanno perso la vita in montagna hanno consentito la nascita dello Stato Democratico di cui il dottor Ceccarelli è un funzionario. Un funzionario, in questa fase, di adeguatezza discutibile” osservano dal Pd.

“Invitiamo, pertanto, a riconsiderare le decisioni con serenità ed in ogni caso riteniamo che non ci sia bisogno di relegare in seconda fila i labari e le bandiere di coloro che si sono sacrificati. In prima fila ci saranno comunque coloro che testimonieranno con la loro presenza quanto i veri valori del 25 Aprile siano entrati nelle coscienze dei cittadini e non permetteranno che se ne offuschi la memoria” conclude il direttivo del Pd di Alassio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Dalì
    Scritto da Dalì

    Biagio MURGIA che genio che sei…. devi essere un berluscones…

  2. Scritto da Biagio MURGIA

    Ma non è ora di finirla con queste sterili e inutili polemiche, cari compagni e compagne??? Il commissario comunale ha fatto benissimo a vietare qualsiasi esposizione di bandiera e/o altro che possa ricondurre a qualche partito politico, sia di destra che di sinistra, perchè il 25 aprile è la festa della liberazione, non la festa del PCI o della DC o di qualsiasi altro partito, ragione per cui, essendo lui non un politico, ha fatto più che bene a non constentire qualsiasi cosa riconducibile ad una parte politica che, in questo caso, è sempre e solo la sinistra….Bravo Commissario. Era ora.