IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agguato di San Bernardino, reati prescritti: nessuna condanna per l’aggressione all’imprenditore Vergano

Finale L. Nessuna condanna per l’agguato all’imprenditore Massimo Vergano. Questa mattina il Collegio del Tribunale di Savona ha infatti pronunciato una sentenza di non luogo a procedere per estinzione del reato per tutti e tre gli imputati del processo. La vicenda risaliva a molti anni fa: era l’11 agosto del 1999 quando, a San Bernardino, sulle alture di Finale, un “commando” armato aveva aggredito l’imprenditore ferendolo con un proiettile ad una gamba e uccidendo il suo cane, un alano arlecchino, che l’uomo aveva al guinzaglio.

Per quell’episodio, che secondo le successive indagini della Procura savonese era scaturito da una storia di prestiti a usura (oltre un miliardo di vecchie lire) e da un successivo tentativo di estorsione, nel 2005 erano stati rinviati a giudizio in tre: Francesco Borgese, Francesco Morano, entrambi di Reggio Calabria, e Ferdinando Vinci, di Roma. Per loro, in principio, le contestazioni erano di tentato omicidio ed estorsione. Accuse che poi erano state derubricate in esercizio arbitrario delle proprie ragioni e lesioni. Ragione per la quele i reati, a distanza di così tanti anni, erano ormai prescritti e pertanto non perseguibili.

Secondo la ricostruzione della Procura, a sparare fu Marano, su mandato di Borgese, mentre Vinci avrebbe fatto parte della spedizione: un vero e proprio commando di motociclisti con i volti travisati da caschi integrali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giudice
    Scritto da Giudice

    Che bello. E’ fantastico sapere che se ti sparano, e riescono ad individuare gli autori, nessuno paghi per averlo fatto. Il fatto che siano passati così tanti anni è già deleteria di per se, figuriamoci a trovarla come soluzione per un’assoluzione. ( scusate il gioco di parole )