IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

25 Aprile, ecco il programma di celebrazioni nel savonese

Più informazioni su

Ecco le celebrazioni de 25 Aprile città per città.

Altare. Alle ore 8,30 il Sindaco, come da tradizione, deporrà le Corone alle lapidi ed ai cippi presenti sul territorio comunale. Alle 9.45 è previsto il raduno dei partecipanti alla celebrazione davanti al palazzo comunale. Da qui il corteo raggiungerà il Monumento ai Caduti in Piazza del Consolato. Qui interverrà Franco Delfino, Segretario dell’ISREC. Alle 10.30 Santa Messa alla Parrocchia S. Eugenio e, a seguire, alle 11.30, presso il Campo Sportivo Comunale “S. Fornaciari”, verrà ricordato il Partigiano Lino Cucurnia, fucilato proprio in quel luogo.

A Savona, dopo il grande successo dell’edizione 2012, per la seconda volta, oltre alle consuete manifestazioni e cerimonie ufficiali, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile verrà offerta alla città una ricca programmazione di eventi ed iniziative, nella prestigiosa sede della Fortezza del Priamar. Musica, mostre, proiezioni, spettacoli, dibattiti, animazione per i bambini e molto altro, compongono il ricco programma di “25 Aprile R-esiste”, la grande festa del 25 Aprile 2013 promossa dal Comitato Cittadino della Resistenza Antifascista della Città di Savona, organizzato da ANPI, Assessorato alle Politiche Giovanili ed Assessorato alla Partecipazione del Comune di Savona e offerta a tutta la città.

Programma del 25 aprile ad Albenga: alle ore 8.45, raduno in Piazza San Michele; alle ore 09.00, Funzione Religiosa nella Cattedrale di San Michele Arcangelo; alle ore 10.00, Alzabandiera e deposizione delle corone presso il Monumento ai Caduti di Piazza IV Novembre; alle ore 10.15, il Saluto delle Autorità; alle ore 10.30, l’orazione ufficiale dell’On. Franco Fazio – ANPI di Leca d’Albenga, in Piazza del Popolo; alle ore 11.00, inaugurazione della via “Deportati Albenganesi”, con l’intervento del Presidente ANED Maria Bolla Cesarini; alle ore 21.00, al Cinema Teatro Ambra, il Concerto di beneficenza del soprano Angelica Cirillo, “Mille Note per Albenga”.

La mattina stessa, celebrazioni anche nella frazione di Leca d’Albenga, a cura dell’ANPI di Leca: alle ore 08.30, messa in suffragio dei caduti di Leca d’Albenga e deposizione corone di fiori al monumento ai caduti; alle ore 09.30, rinfresco nella sede sociale di Piazza del Popolo n. 6; a seguire, raduno ad Albenga per manifestazione unitaria; alle ore 12.00, pranzo al ristorante “La Nuova Luna” in località Torre Pernice.

Anche ad Andora si celebra la ricorrenza del 25 aprile, Festa della Liberazione. Il sindaco Franco Floris, esalta il valore degli ideali che guidarono i protagonisti della Resistenza, quali riferimenti importanti anche ai nostri giorni.

“La Resistenza è stato il più alto atto di assunzione di responsabilità da parte degli individui dall’Unità d’ Italia ad oggi – dice Floris – Il fascismo, con le leggi razziali, fu sconfitto da uomini e donne, di ogni estrazione sociale, che hanno lasciato le loro famiglie, messo a rischio e perduto la loro vita in nome della libertà e per dare un futuro libero, democratico e sempre più europeo, al nostro paese”.

La cerimonia di Celebrazione del 25 APRILE si svolgerà presso il Monumento ai Caduti di via Clavesana con questo programma: ore 10.00 –  Alzabandiera; ore 10.10 – Santa Messa; ore 10.45 – Orazione del Sindaco.

Gli eroi partigiani di Andora: Alessandro Carminati, Alberto Divizia, Giovanni Molineri, Luigi Vaghi e Giovanni Rattalino ed i superstiti Leopoldo Fassio, Enrico Canepa e Noris Faustelli.

“La Resistenza e la Costituzione” è il filo conduttore che quest’anno unisce tutte le iniziative messe in campo dalle Sezioni ANPI di Quiliano e Valleggia e dal Comune di Quiliano per celebrare il 68° Anniversario della Liberazione. Il programma ha avuto inizio Sabato 13 aprile con una serata di canzoni partigiane e terminerà Domenica 28 aprile con una festa nel Parco di San Pietro in Carpignano, una merenda accompagnata dalle Canzoni Partigiani de “la Brigà(ta) Partigiana, un modo festoso per concludere un programma ampio e importante che coinvolge l’intero territorio comunale.

Questi gli eventi previsti per il 25 aprile: ore 10 ROVIASCA CHIESA PARROCCHIALE S.MESSA a suffragio dei Caduti per la Libertà; Aperitivo offerto dal Circolo ACLI; a seguire alle 13 a MONTAGNA – SOCIETA’ MUTUO SOCCORSO – “Pranzo Partigiano” per prenotazioni tel. 019/8878407 – 019/ 8878260; ORE 14.30 Resistenza, Libertà, Giustizia, Costituzione cantiamo con i Cantagalletto.

Anche a Loano, proseguiranno le iniziative organizzate dalla Sezione loanese dell’ANPI in collaborazione con il Comune di Loano, in occasione della celebrazione del 70° anno dall’inizio della Resistenza. La giornata della Festa Nazionale della Liberazione si aprirà con la celebrazione alle 9.00 della Santa Messa. Alle 9,45 da Piazza Italia partirà il corteo per l’omaggio e posa delle corone ai monumenti cittadini che ricordano i caduti loanesi di tutte le guerre.

Alle 11.15 il corteo raggiungerà il Monumento ai Caduti sul lungomare, dove si terrà il discorso celebrativo del Presidente provinciale dell’A.N.P.I. Samuele Rago e e del Sindaco di Loano Luigi Pignocca.

A termine della cerimonia saranno premiati i ragazzi dell’Istituto G. Falcone che hanno partecipato al concorso “Un segno per la memoria” per la progettazione del monumento ai Caduti della Resistenza di Loano.

Programma di Alassio: Santa Messa officiata da monsignor Giorgio Brancaleoni, Vicario Generale della Diocesi di Albenga-Imperia; saluto del Presidente dell’Associazione Naz. Carabinieri in congedo Lino Denevi; saluto del Capogruppo Ass. Alpini Sezione di Alassio Ezio Porcella; orazione ufficiale di Bruno Marengo, rappresentante dell’Anpi Provinciale; lettura da parte di studenti degli Istituti Scolastici di Alassio di propri elaborati dedicati alla Resistenza. Durante la cerimonia verranno eseguiti brani musicali da parte dell’orchestra dell’Istituto Comprensivo Statale ad indirizzo musicale di Alassio “M.M. Ollandini”. Deposizione di corone e mazzi di fiori presso la lapide in Comune, al Monumento ai Caduti e alle lapidi sul Pontile Bestoso, dove si concluderà la manifestazione.

25 aprile alternativo, invece, al Molo 8.44 di Vado Ligure dove ritornano le danze occitane. Animazioni di ballo a cura di Daniela Mandrile a partire dalle ore 15.30, con Manuel Ghibaudo all’organetto e Francesco Giusta alla ghironda. Inoltre esibizioni di mantrailing a cura di ESART (European Search and Rescue Technologies), una associazione di volontariato e protezione civile no-profit. ESART nasce con lo scopo di promuovere azioni efficaci per la difesa della cultura della protezione civile cinofila, di formare unità cinofile per il soccorso e la ricerca dispersi, di formare tecnici cinofili esperti in materia di ricerca dispersi, promuovere e partecipare a progetti di ricerca scientifica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    Tra gli appuntamenti da non mancare ve n’è uno:
    VISITA ALLA TOMBA DI GIUSEPPINA GHERSI….

    Ah dimenticavo nella giornata dell’orgoglio comunista certe cose vanno RIMOSSE e TACIUTE:
    Vabbè anche il loro momento di gloria annuale è finito, per un altro anno possiamo star tranquilli!