IVG.it - Notizie Savona e Provincia

Immigrazione e contratti fasulli: restano in carcere i tre “passeurs” video

Savona. Il gip del Tribunale di Savona ha confermato la misuria di custodia cautelare in carcere per tutti e tre gli stranieri coinvolti nell’inchiesta della polizia di frontiera che ha portato all’arresto un’organizzazione di “passeurs”.

Si tratta di Farhat Aloui e Mahjoub Bejaoui, tunisini, e di Gentian Sabliqi, l’albanese che insieme a Raffaella Cervetto era il coordinatore delle pratiche per l’immigrazione.

Raffaella Cervetto, 43 anni, presidente provinciale della Fips, la Federazione Pesca Sportiva di Savona, si era avvalsa della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio di garanzia.

La donna e l’uomo albanese, con il supporto linguistico e logistico degli altri due, avrebbero agevolato l’arrivo degli immigrati attraverso contratti di lavoro fasulli. Con cifre per rilascio della falsa documentazione che si aggiravano tra i 5 e 10 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.