IVG.it - Notizie Savona e Provincia

I fuoriusciti dell’Idv fondano “Diritti e Libertà”, Marylin Fusco: “La politica del fare iniziava a scricchiolare” video

Regione. “Diritti e Libertà”. Ecco il nome e il simbolo della nuova formazione creata dai fuoriusciti liguri dal partito di Antonio Di Pietro. Proprio ieri, infatti, l’Idv ha perso due parlamentari a Roma e in Liguria il partito si è spaccato. Giovanni Paladini, insieme al torinese Gaetano Porcino, ha annunciato le sue dimissioni da deputato e da coordinatore regionale del partito.

Lo hanno subito seguito la moglie e capogruppo in Regione, Marylin Fusco, il vicepresidente della Regione Nicolò Scialfa, l’assessore Gabriele Cascino, il segretario provinciale Francesco De Simone e il consigliere comunale Franco De Benedictis. Oggi, invece, è stato svelato il nome del nuovo schieramento.

Galeotta fu la foto di Vasto, messa in un cassetto da Di Pietro, e le posizioni del leader Idv in netto contrasto con il presidente della Repubblica e l’ex alleato Pierluigi Bersani. “La foto di Vasto è sbiadita quando è iniziata la critica serrata a Bersani, che a sua volta ha detto qualche giorno fa di aver chiuso con Di Pietro”, dichiara Scialfa.

E su una possibile fuoriuscita dal partito per motivi di interessi, Scialfa è molto chiaro. “Abbiamo un quadro nazionale e uno locale, però credo che in questa fase parlare del tema locale ci porterebbe fuori strada – dichiara – Personalmente credo che avrei avuto più semplicità di percorso a restare nell’Idv. Se pensate che le scelte siano state fatte a cuor leggero, non è così. Sono scelte sofferte perché fatte anche di amicizie personali e contatti tra persone. Uno dei miei migliori amici, Orlando, resta all’Idv, Ignazio Messina, che è rappresentante degli enti locali, resta all’Idv. Non è stato facile”.

E proprio sull’argomento dell’amicizia, questa mattina su Twitter, il vicepresidente della Regione aveva citato le parole di William Shakespeare. “Quegli amici che hai e la cui amicizia hai messo alla prova, aggrappali alla tua anima con uncini d’acciaio”:

Scialfa ha citato Shakespeare senza riferimenti diretti all’attualità politica, ma è abitudine della sua pagina twitter intervenire sui fatti dell’oggi attraverso le parole dei grandi intellettuali del passato.

“Eravamo arrivati al punto di non condividere più la linea politica del partito – dichiara Marylin Fusco – Non servono i ‘ni’ e quindi noi che ci abbiamo sempre messo la faccia abbiamo voluto prendere una posizione netta e seguire l’orientamento di Massimo Donadi, che proprio stamattina ha presentato il nuovo simbolo”.

Visto la decisione di appoggiare la candidatura alle Primarie di Bersani, forse i fuoriusciti dall’Idv avrebbero potuto scegliere la via di entrare nel Pd, ma non è stato così. “Aderire al Partito Democratico sarebbe stato più semplice, ma io e l’onorevole Paladini proveniamo dal Pd e saremmo rimasti nell’Idv se vi fosse stata più chiarezza e un nostro rappresentante alle Primarie – conclude – Avevamo aderito alla politica del fare e quando questa è incominciata a scricchiolare, abbiamo deciso di essere coerenti”.

Senza fare normi, la Fusco ha anche annunciato che in futuro il gruppo potrebbe allargarsi con l’entrata di altri consiglieri regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vadaabordocazzo

    Dire , Fare , Baciare, Lettere …………………………………e Testamento !!!!

  2. Scritto da omnibus

    la politica è fatta di scelte a volte discutibili o meno che siano che determinano cambiamenti nel breve o nel lungo termine.
    Per conoscere la storia Dell idv in Liguria consiglio la lettura di un numero di micromega ampiamente dedicato All argomento.

  3. Scritto da folgore

    Diritti e libertà di fare quel che ci pare e non essere indagati in quanto custodi della legalità eh? Solo in Italia è normale che una vicepresidente di regione, “casualmente” moglie di un pezzo grosso del partito che l’ha fatta eleggere, sia indagata e dopo che per anni il suo capopartito ha rotto col fatto che Berlusca GIUSTAMENTE doveva dimettersi lei sia rimasta in regione a percepire lo stipendio come consigliere.
    Oggi quella stessa persona indagata fonda un partito e lo chiama diritti e libertà??
    Perchè non vuol finire in galera?

  4. Scritto da IronMan

    . . .oddio, ai compagni (De Vincenzi & allegra brigata) di Pietra Ligure mancherà vederla inaugurare il bocciodromo od ogni altra nefandezza che ci vogliano proporre, ma vuol mettere le risate che ci siamo fatto noi di centro-destra nel vederLa dimissionaria ? ah ah ah . . torta di riso F-I-N-I-T-A !!
    http://www.ivg.it/2012/03/inaugurato-il-bocciodromo-di-pietra-ligure/

  5. Scritto da IronMan

    . . la politica del FARE I PROPRI INTERESSI, cara Marylin Fusco . . . ma dopo quello che le è successo, Lei ha ancora il coraggio di “fare la morale” ? Eddai, almeno taccia . . . perché gli elementi di questa “crisi” (chiamiamola così..) nell’ UDV c’erano già da tempo . . . ma finché al banchetto Lei era invitata a sedere, tutti zitti-e-muti e vai là che vai bene . . . adesso che le hanno tolto il posto, Le si aprono gli occhi . . . complimenti, Lei la chiama perspicacia, io la chiamo OPPORTUNISMO !!