IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vittime della mafia, i coniugi Agostino in visita a Finale e a Pietra

Finale Ligure. Venerdì 18 maggio, nell’ambito del progetto “Per questo mi chiamo Giovanni – un fumetto per ricordare Giovanni Falcone”, i coniugi Agostino, genitori di Antonino Agostino, agente di polizia vittima della mafia, saranno in visita a Finale Ligure.

Durante la mattinata incontreranno gli allunni delle scuole Issel e ISS, quindi, alle 13,15, faranno tappa al bar Ubuntu, in via Concezione.

Nel tardo pomeriggio, dalle ore 18, i coniugi Agostino si recheranno a Pietra Ligure, al cinema teatro comunale, per un incontro sul tema della mafia.

Nell’ambito dello stesso progetto, venerdì 18 e sabato 19, avrà luogo un corso di fumetto rivolto ai ragazzi delle scuole di Finale e non solo. Vedrà infatti anche la partecipazione di alcuni ragazzi del Grafico di Savona. Ci sono ancora posti liberi per parteciparvi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. IronMan
    Scritto da IronMan

    . . .se questa visita era prevista da tempo, Daquino e il Comune di Borgio Verezzi avrebbero potuto evitare di mandare in missione l’Assessore “red-rocket” Raimondo sino a Chinisi (in Provincia di Palermo) con i soldi dei contribuenti, per la manifestazione di solidarietà alle vittime di mafia !! e magari evitare anche una tre giorni di trasferta per il “fante” Marco Coriolano sino a Bolzano (noto comune che – come Borgio Verezzi – si affaccia sul mare..!), per l’Adunata Nazionale degli alpini !! ma si sa, i soldi pubblici non sono di nessuno . . .SPRECONI !!