IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Triathlon sprint di Andora: vince Tommy Zaferes in volata su Karl Shaw, Anne Tarabant prima tra le donne

Più informazioni su

Andora. Il triathlon sprint di Andora è ormai un classico appuntamento di inizio stagione. La prova quest’anno valeva come prima tappa del circuito Nord Ovest e ha attratto un gran numero di partecipanti.

Nonostante le pessime previsioni meteorologiche della vigilia, seppur con un mare molto difficile, la gara si è svolta regolarmente ed ha offerto una bella giornata di sport ed agonismo al pubblico presente al parco delle Farfalle.

A decretare la buona riuscita della manifestazione anche quest’anno sono stati i numeri: 708 atleti al via in rappresentanza di 8 regioni italiane, 75 società sportive e 4 nazioni, ossia Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti e ovviamente Italia.

La manifestazione è stata organizzata come sempre dall’Associazione Sportiva Andora Triathlon in collaborazione con il Comune di Andora ed il patrocinio di Provincia di Savona, Regione Liguria e della Fondazione Carisa A. De Mari.

Molto combattuta la prova tra gli uomini dove lo statunitense Tommy Zaferes, il britannico Karl Shaw ed il francese Pierre Antoine Guilhem si sono presentati insieme all’inizio della terza ed ultima frazione. Al termine dei 5 km ha prevalso di un soffio, nel tratto finale, Zeferes che ha chiuso in 59’37”, davanti a Shaw, tesserato in Italia per il Peperoncino TriTeam, staccato di 2″. Più distanziato, terzo classificato, Guilhem con il tempo di 1h 01’37”. Quarto Nicolas Becher (Peperoncino TriTeam) in 1h 02’05”, all’ultima gara della sua carriera, quinto Ivan Risti (DDS) in 1h 02’14”.

A seguire, dal 6° al 25° posto, Asa Shaw (Francia), Julien Fort (Francia), Riccardo Mosso (Virtus), Andrea Morelli (Cus Torino Triathlon), Sebastien Hartmann (Francia), Simone Pardini (La Fenice Triathlon), Eddy Papais (Peperoncino Team), Valerio Patanè (Cus Pro Patria), Tommaso Crivellaro (Cus Torino Triathlon), Bruno Pasqualini (Torino Triathlon), Enea Carone (Cus Torino Triathlon), Davide Morani (Bellizago), Alberto Chiodo (Virtus), Marco De Marco (Zena Tri Team), Guglielmo Hinrichsen (La Fenice Triathlon), Andrea Salzarulo (DDS), Michele Riva (Triathlon Lecco), Davide Ambrosini (DDS), Giancarlo Maldotti (Triathlon Cremona Stradivari), Marco Garavaglia (Autonosate). Sono 498 gli atleti classificati.

Nella gara femminile grande partecipazione con quasi cento donne al via. Si è registrata la netta vittoria, maturata nella frazione finale, della francese Anne Tarabant, quarta classificata lo scorso anno e che ha centrato così il suo primo successo ad Andora, in 1h 10’29”. In seconda posizione si è classificata Veronica Signorini (Triathlon Cremona Stradivari) in 1h 11’44”. Terza Myriam Grassi (La Fenice Triathlon) in 1h 13’36”. Quarto posto per Federica Parodi (Virtus) in 1h 14’19”, quinta Costanza Fasolis (Torino Triathlon) in 1h 15’16”. Al traguardo sono giunte in 77.

Tra gli amatori, in campo maschile ha primeggiato Paolo Martinelli (Triathlon Bergamo) in 1h 18’26”, precedendo Matteo Cantù (Andora Triathlon, 1h 20’44”), Manuel Monterotondo (Triathlon Genova, 1h 21’17”), Fabrizio Garetto (Andora Triathlon, 1h 21’21”), Marco Novara (Cuneo Triathlon, 1h 21’33”). Risultano classificati 33 concorrenti.

Tra le donne successo di Silvia Rocca (Triathlon Bergamo) con il tempo di 1h 27’09”, seguita da Pamela Giordano (Andora Triathlon, 1h 33’17”), Simona Bergese (Andora Triathlon, 1h 35’05”), Michela Ottria (Airone Triathlon, 1h 38’01”), Erin Elizabeth Planner (Andora Triathlon, 1h 39’23”). Al traguardo sono giunte in 6.

“Siamo stati molto fortunati – afferma il presidente del comitato organizzatore Carlo Rista -. Le previsioni meteorologiche erano veramente pessime ed eravamo già pronti al peggio, invece tutto è andato per il meglio e anche questa ventunesima edizione è stata eccellente sia dal punto di vista tecnico che partecipativo. Non mi resta che ringraziare i partecipanti e coloro che hanno collaborato e dare appuntamento a tutti per il maggio 2013”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.