IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, costituzione bacino territoriale ottimale di raccolta e smaltimento rifiuti e affidamento gestione ad Ata

Più informazioni su

Savona. L’Assessorato al Bilancio, Partecipate, Patrimonio, Servizi Demografici e Sport di Savona ha presentato questa mattina insieme all’Assessorato all’Ambiente una delibera in tema di: “Raccolta, trasporto, spazzamento, smaltimento dei rifuti: adesione a proposta di bacino ottimale”.

Dichiara l’assessore Luca Martino: “Le Regioni organizzano, entro il 30 giugno 2012, lo svolgimento dei servizi pubblici locali in ambiti o bacini territoriali ottimali tali da consentire economie di scala idonee a massimizzare l’efficienza del servizio. Le Regioni possono individuare questi bacini in dimensione diversa da quella provinciale, anche su proposta dei Comuni presentata entro il 31 Maggio. Il Comune di Savona, per quanto attiene il servizio raccolta, trasporto, spazzamento, smaltimento dei rifuti, propone alla Regione, con la delibera approvata oggi, di costituire un ambito ottimale di raccolta, la cui adesione è sottoscritta dal Sindaco del Comune di Savona ed, eventualmente, dai Sindaci dei Comuni aderenti, in numero tale da rappresentare circa 100.000 abitanti”.

“Inoltre – prosegue – scadendo gli affidamenti diretti dei servizi improrogabilmente in data 31-12-12, il Comune propone la società ATA S.p.A. quale auorità d’ambito, società unica deputata ad effettuare il servizio nei Comuni che aderiscono al nuovo Ambito, per il periodo di 3 anni. Si tratta di una scelta che conferma non solo la fiducia nella qualità dei servizi resi da ATA ma anche la volontà di mantenere pubblica la gestione di serivizi così importanti per la collettività”.

Il Bacino delineato comprende la città di Savona, l’area collinare retrostante il capoluogo di provincia e l’intera Valbormida; dell’aggregazione potrebbero far parte 20 Comuni, molti dei quali hanno già formalmente aderito.

Dichiara l’assessore Jorg Costantino: “Si tratta di una scelta politica, condivisa da tutta la coalizione di Maggioranza, volta a confermare la gestione pubblica di questi servizi; un provvedimento, dunque, politicamente qualificante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.