IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano doppiamente olimpica: gli azzurri della vela si allenano per Londra 2012, i giovani per Rio 2016 foto

Loano ospita gli azzurri della vela, con la presenza allo Yacht Club dei nomi top, da Alessandra Sensini ai fratelli Sibello, insieme ai dirigenti nazionali. La grossetana, fra l’altro cittadina onoraria di Pietra Ligure, conosce bene il mare della Riviera: “Speriamo di ottenere nuove soddisfazioni, è la mia sesta Olimpiade – dice la Sensini, a caccia della quinta medaglia – E’ insieme un bellissimo traguardo e una grande sfida. Farò la mia parte”.

Ora è il momento di pensare agli allenamenti. “I miei programmi si concentrano per arrivare sino ad agosto, per ora; un’Olimpiade è un impegno talmente grande che assorbe massime energie” conclude la Sensini.

Il commodoro dello Yacht Club Marina di Loano, Giorgio Benussi, spiega: “Questo è il primo grande evento dedicato alle classi olimpiche. Siamo appena nati, ma già abbiamo un minimo di storia, avendo ospitato regate importanti dal punto di vista sociale, culturale e sportivo. Oggi ospitiamo l’essenza della vela: è per noi un pregio importante”.

C’è poi l’aspetto formativo ed educativo, non meno rilevante: “La vela olimpica è un traino per ragazzi e giovani che si possono avvicinare a questo sport, con costi relativamente bassi – sottolinea il commodoro Benussi – Il circolo nautico di Loano ha già intrapreso questa via e ha deciso di ospitare il centro di preparazione olimpica per Rio 2016 con i giovani under 19”.

“Speriamo davvero di ottenere un risultato quantomeno paritario rispetto a Pechino o aumentare le medaglie. Gli equipaggi sono ottimi, sia maschili che femminili, in particola classe 470. Sibello-Angilella ‘vendicheranno’ Pechino, con un livello che è creciusto molto” dice Luca De Pedrini, pietrese, direttore tecnico della Federazione Italiana Vela.

Così Carlo Croce, presidente della Federazione Italiana Vela: “L’Olimpiade si presenta sempre come una impresa imprevedibile e difficilissima. La squadra è buona, con giovani capaci di fare esperienza ed equipaggi sui quali possiamo fare affidamento per bei risultati. L’affrontiamo con la coscienza pulita. Per il supporto, inoltre, ringrazio i main sponsor Prada e Bmw”.

Il presidente della Fiv rimarca anche l’importanza delle nuove generazioni: “Nel 2011 la Fiv ha ottenuto il migliore risultato nei mondiali ed europei under 19 con incetta di medaglie. Qui a Loano la nostra idea è proprio quella di avere un centro federale per i ragazzi”.

Quanto ai beniamini locali, i fratelli Sibello, il pass per Londra è solo per Gianfranco, che da comunicazioni ufficiali andrà ai giochi a cinque cerchi con Giuseppe Angilella. Il fratello Pietro “è in stand-by – commenta Carlo Croce – ma questo non significa che sia del tutto fermo, perché ha comunque una carriera velica”.

Loano è stata scelta per la presentazione ufficiale della nazionale che parteciperà ai giochi olimpici, ma anche quella che sarà protagonista alle Paralimpiadi. “In preparazione dell’appuntamento olimpico tanti avvenimenti si possono svolgere nella nostra città. Ringrazio la Federazione e il presidente Croce per aver scelto la Marina di Loano per presentare la nazionale. Ci auguriamo che la nostra città possa portare bene come fu per Alassio nel 1982 per i mondiali di calcio” è il commento del sindaco Luigi Pignocca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.