IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Issel di Finale “sfratta” le elementari, la protesta dei genitori dei bimbi: “Non ce ne andiamo”. Oggi presidio davanti al Comune

Finale L. Lo spostamento delle scuole elementari “Celesia” di Finalborgo – conseguente alla ventilata “espansione” del liceo Issel che, contando sempre più iscritti, necessita di un maggior numero di aule a disposizione – è l’argomento più discusso in questi giorni nel Finalese.

A risposta delle parole recentemente espresse dall’assessore alla Pubblica Istruzione Nicola Viassolo (che difende la posizione dell’Issel, definendolo un fiore all’occhiello per la città), parlano i rappresentanti dei genitori che esprimono il totale disappunto alla linea imposta dal pubblico amministratore e dalla Dirigente Scolastica dottoressa Vetrone. Un disappunto che, questo pmeriggio, alle 17, si trasformerà in una vera e propria protesta davanto al Comune.

“I genitori denunciano innanzitutto la soppressione di un plesso scolastico importante per tutta la comunità finalborghese, sia dal punto di vista logistico che sociale – dicono i rappresentanti della protesta – La soluzione proposta dall’assessore Viassolo, avvallata da un tecnico comunale, non è gradita ai genitori e all’intera comunità finalborghese principalmente per questioni di ordine igienico/sanitarie (le classi identificate sono per la maggior parte contro un terrapieno, nonostante l’avvallo del tecnico che le identifica con un adeguato rapporto aeroilluminante), e soprattutto per le problematiche di viabilità in una zona densamente trafficata alle prime ore del mattino e all’ora di pranzo (coincidenti con l’entrata e l’uscita dalle scuole elementari)”.

“Inutile nascondersi dietro l’importanza di un liceo per il nostro territorio – aggiungono i rappresentanti dei genitori – Lo sappiamo benissimo che il liceo è importante per la comunità finalese e del comprensorio, ma è ancor più importante rispettare le esigenze di una comunità finalese consolidata e presente sul territorio in maniera rilevante: tenete presente che le iscrizioni alla scuola finalborghese sono sempre molto rilevanti rispetto ai rimanenti plessi scolastici del comprensorio”. E proseguono: “Il liceo può benissimo essere dotato di succursali decentrate, magari presso la soluzione individuata da Viassolo oppure in altre strutture scolastiche vicine all’attuale sede, ad esempio l’istituto alberghiero, che sembra aver esuberi di aule”.

“Inutile anche nascondersi dietro problemi di bilancio ed ottimizzazione delle spese di gestione, non vogliamo scendere verso le discutibili spese appena affrontate dall’amministrazione per la sistemazione dei giardini esterni della scuola elementare di Finalmarina – proseguono i genitori – Lo spostamento delle Elementari verso il rione Marina potrebbe nascondere lo spettro di una futura chiusura del plesso scolastico ‘Celesia’ con il contestuale accorpamento con il plesso scolastico di Finalmarina. E questo noi lo vogliamo evitare ad ogni costo e faremo di tutto per salvaguardare il futuro dei nostri bambini”.

Indubbiamente Finalborgo gioca un ruolo importante nel tessuto urbano finalese e si preannuncia una giornata rovente quella odierna nel corso della quale, nel pomeriggio, centinaia di genitori e abitanti del borgo manifesteranno davanti al municipio cittadino e chiederanno direttamente al sindaco le garanzie che si aspettano per il mantenimento della “loro” scuola elementare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da scana95

    Signor folgore lei è la classica persona che parla senza sapere le cose: il liceo Issel ha raddoppiato gli iscritti, aggiungendo linguistico e scienze umane, non per un forte calo di iscritti, ma perché si sarebbe andati in contro ad un accorpamento dell’istituto con quello di Albenga. Le classi di scientifico sono sempre 15 mediamente con 28-30 alunni.. la matematica la impari lei: 15 per 28 fa 420!!!
    L’ex colonia Rivetti inoltre non è all’Aquila ma in via fiume 40, da questa zona a piazza Deledda (scuole Aicardi Ghiglieri) ci sono 800 metri, mentre rispetto alle scuole di via Brunenghi ci sono 1.1 chilometri.. e comunque alcuni genitori che portano i loro figli alle elementari Celesia sbattono le loro macchine dove capita costringendoci a posteggiare le nostre moto “truccate” ovunque tranne dove avremmo il diritto di metterle.
    Riguardo le mie competenze: SARANNO CAZZI MIEI, ma comunque non sono mai stato rimandato e non lo sarò nemmeno quest’anno.
    Al liceo issel poi non ci sono stati solo dei “fiaschi” ricordo per esempio Ettore Strapazzon e Alessio Romeni, entrati a economia a pisa dove c’erano solo 6 posti!!! che scemi è, tra le altre cose nello stesso anno.
    per concludere vorrei evidenziare i problemi per gli insegnanti che tra un’ora e l’altra come potrebbero spostarsi dall’aquila a finalmarina e ritorno???
    SI INFORMI PRIMA DI PARLARE

  2. gds
    Scritto da gds

    d’accordissimo con secondo me, il problema non è poi dove mettere le classi dell’Issel o i bimbetti delle elementari, il problema è che la programmazione a Finale non esiste da decenni…e nell’ultimo è peggiorata!

  3. Scritto da ELE

    scana 95 non ti presterei nulla ,perchè con il tuo ragionamento te ne appropieresti …. questa situazione è frutto di una visione miope e di una programmazione inesistente da patre della provincia e dagli organi preposti (scula ,comune, preside ecc) che sperando una crescita 0 pensavano che nessuno avesse più bisogno di scuole ed aule , il liceo è stato messo dove si trova in attesa di una migliore sistemazione che non è mai stata presa in considerazione , le elementari si sono sacrificate e questo è il ringraziamento …. perchè in italia si deve far fronte ai problemi sempre in emergenza?

  4. Scritto da secondome

    Avete mai sentito parlare a Loano di problemi per gli Istituti Superiori (Ragionieri e Geometri)?
    La Provincia ha speso un sacco di soldi: ha acquistato per tempo e trasformato una Colonia in modo ottimale.
    A Finale semplicemente non sanno farsi valere…non sanno programmare, non sanno amministrare.

  5. gds
    Scritto da gds

    caro Scana, da come scrive non credo che lei possa essere uno studente dell’Issel, anche se guardando il nickname, dall’età, potrebbe anche esserlo….(ossegnur,,)
    Non mi sembra che nessuno abbia mai detto che l’Issel sia una pessima scuola ,anzi…il problema è che una volta all’Issel andavano i migliori di Finale e della provincia ed era un vanto per tutti, adesso di quei migliori ne è rimasto si e no un 20%, il resto è pecorame maleducato che si muove in greggi e pertanto gli stessi possono pascolare anche in sedi decentrate tanto il problema non si pone …..(ah, senza offesa per le pecore, of course)