IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giro d’Italia: il danese Lars Bak alza le braccia a Sestri Levante, Rodriquez resta in rosa foto

Sestri Levante. E’ Lars Bak a vincere la dodicesima tappa del Giro d’Italia. Sul traguardo di viale Mazzini a Sestri Levante, il danese della Lotto ha preceduto il francese Sandy Casar (Fdj-Bigmat), giunto secondo; il costaricano Andrey Amador (Movistar), che ha conquistato il terzo posto; il belga Jan Bakelants (Radioshack), quarto; l’italiano Ivan Santaromina (Bmc racing team), giunto quinto.

La maglia rosa Joaquin Rodriguez guida sempre la classifica generale con 17″ di vantaggio sul canadese Hesjedal (secondo) e 26″ sul francese Casar (terzo). Al termine della frazione da 155 km, con partenza dalla toscana Seravezza, Bak alza le braccia dopo lo scatto decisivo a pochi chilometri dal traguardo, guadagnando un buon margine di vantaggio sul gruppetto di fuggitivi.

Bak ha agito di potenza a meno di due chilometri dall’arrivo, dopo un precedente allungo di Jackson Rodriguez, subito però agguantato. Nella volata successiva, il francese Sandy Casar ha concluso al secondo posto davanti Andrey Amador Bikkazakova (Movistar) del Costa Rica e al belga Jan Bakelants (RadioShack). Quinto l’italiano Ivan Santaromita (Bmc).

“Ho avuto una primavera travagliata per gli infortuni e solo adesso sto trovando la condizione giusta. La forma, infatti, migliora giorno dopo gioro e speravo di poter vincere una tappa qui al Giro anche se so quando sia difficile” ha dichiarato Lars Bak dopo aver tagliato il traguardo ai microfoni di Rai Sport.

“Non sono né uno sprinter né uno scalatore – ha aggiunto – Quindi quindi devo cogliere occasioni come quella che mi si è presentata oggi per vincere: sono stato bravo a sfruttarla e sono felicissimo”.

Domani il Giro proporrà la tappa più breve della sua 95/a edizione, la 13/a, che porterà la carovana da Savona a Cervere: solo 122 i chilometri da percorrere. La tappa di domani, nella prima parte, supererà l’Appennino ligure, in corrispondenza del Gp della montagna a Montezemolo (4/a categoria, dopo 31,7 km di corsa), poi la carovana entrerà nella provincia di Cuneo, dove strade poco mosse porteranno verso l’arrivo. Il traguardo volante sarà posto a Carrù, all’altezza del km 82,7; la partenza verrà data dalla Provinciale 29, alle 14,25, l’arrivo è previsto in via Fossano, fra le 17 e le 17,30.

L’unica piccola asperità è rappresentata dal passaggio attraverso Cherasco, con la breve salita che porterà in centro e la altrettanto breve discesa tecnica. Uno strappetto è previsto a Roreto e gli ultimi 5 km saranno rettilinei, caratterizzati da alcune rotatorie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.