IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gestione del servizio antincendio boschivo senza vigili del fuoco, Salvato (Conapo) replica a Barbagallo

Regione. “Prendiamo atto delle spiegazioni e dei tentativi di rassicurazione dell’assessore regionale Barbagallo in merito alla organizzazione del servizio antincendio boschivo in Liguria, ma da addetti ai lavori non ci sentiamo affatto rassicurati, perché la portata di tali eventi è purtroppo imprevedibile e devastante e non si può mai abbassare la guardia, neanche in tempi di penuria di risorse economiche”. E’ quanto afferma Stefano Salvato, segretario regionale Liguria del Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco, a proposito del botta e risposta avvenuto venerdì scorso con la Regione Liguria in merito alla decisione di quest’ultima di non avvalersi più dei pompieri nella lotta agli incendi boschivi.

“Fermo restando che a causa di assurde leggi i vigili del fuoco non hanno compiti (e finanziamenti) di spegnimento incendi boschivi, se non a seguito di convenzioni con le Regioni che ne sono responsabili, chiediamo all’assessore Barbagallo di chiarire per tempo ai cittadini liguri quale sarà il numero di telefono cui gli stessi dovranno rivolgersi (24 ore su 24) per segnalare un incendio boschivo, nonché di rendere noto quali saranno e dove saranno ubicate le strutture che (24 ore su 24) effettueranno il necessario servizio di pronto intervento in materia di lotta agli incendi boschivi – dcie ancora Salvato – Con ciò non vogliamo polemizzare, ma prevenire una possibile confusione, visto che, con il cessare della convenzione, viene meno l’obbligo per i vigili del fuoco di gestire queste chiamate mediante le sale operative che rispondono al 115, cui i cittadini sono abituati a rivolgersi in materia di incendi anche boschivi”.

“Tali informazioni in materia di lotta agli incendi boschivi sono basilari perché tutti sanno che un incendio boschivo o lo si spegne subito o diventa devastante, e la prima cosa che bisogna fare è dare chiarezza al cittadino per evitare perdite di tempo fin dai primi momenti”. I rappresentanti dei vigili del fuoco aderenti al sindacato Conapo auspicano altresì un ripensamento della Regione Liguria e chiedono a gran voce alla politica la modifica della legge quadro 353/2000 in materia di incendi boschivi, prevedendo peri vigili del fuoco un ruolo chiaro e di coordinamento rispetto a tutti gli enti che vi concorrono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    Scusate ma invece di risparmiare sull’antincendio boschivo non potete risparmiare sull’ acquisto delle bandiere Blu ? che comunque è una spesa inutile e superflua?