IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Disabilità grave, Quaini (Idv) dopo visita a centro svizzero: “Potenziare la struttura operativa al Santa Corona”

Pietra L. Venerdì 11 maggio il presidente della commissione sanità della Regione Liguria Stefano Quaini ed il direttore della Riabilitazione funzionale dell’ospedale S. Corona si sono recati in visita presso la Valens Klinik in Svizzera (cantone tedesco, 100 km da Zurigo) per visitare uno dei migliori centri europei per la riabilitazione motoria dei pazienti affetti da vari gradi di disabilità ed in particolar modo da disabilità grave.

“Durante il nostro soggiorno in Svizzera abbiamo avuto modo di vedere un modello organizzativo molto valido in cui viene tenuto in debito conto sia l’organizzazione sociale del centro e la sistemazione alberghiera di pazienti e famigliari sia l’alto livello di preparazione dei sanitari che le scelte innovative apportate a livello terapeutico in un ambito di un percorso che tiene in massimo conto l’umanizzazione delle cure, fondamentale in questo contesto. Sotto la guida del Prof. Kesserling e della sua equipe ci siamo calati nella realtà quotidiana del centro e gettato le basi per un interscambio culturale al fine di creare anche in Liguria un centro di elevato livello qualitativo in ambito di riabilitazione della disabilita’ gravissima nel paziente adulto, mentre verra’ creato un analogo centro a valenza pediatrica all’Ospedale Gaslini” afferma in una nota Quaini.

“Molta parte della visita e’ avvenuta alla presenza di famigliari di disabili liguri in cura presso il centro, raccogliendo suggerimenti ed impressioni da chi quotidianamente vive la disabilita’. Attualmente il centro di S. Corona presenta soluzioni terapeutiche ed attrezzature che lo pongono gia’ in condizione di praticare un’assistenza di livello elevato ma sicuramente sono stati ricavati ulteriori elementi di riflessione per migliorare e rendere operativa al meglio la struttura del ponente ligure. E’ evidente che il percorso che portera’ in questa direzione necessitera’ di organico numericamente adeguato e di creare un idoneo standard per la sistemazione alberghiera per le famiglie ed i disabili” aggiunge l’esponente Idv.

“Italia dei valori inoltre, in collaborazione con numerose associazioni liguri che si occupano del tema della disabilita’, presentera’ entro l’estate una proposta di legge volta a definire al meglio la cura dei pazienti in un forte sistema in rete nella nostra regione focalizzando ogni aspetto della tematica e non tralasciando aspetti psicologici e l’umanizzazione delle terapie e del ricovero. La creazione dei centri regionali consentira’ una adeguata assistenza nella Liguria evitando fughe con l’intento di offrire a casa nostra il meglio dell’assistenza” conclude il consigliere regionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.