IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, picchia l’ex e investe la madre di lei: condannato a quattro mesi

Più informazioni su

Ceriale. E’ stato condannato a quattro mesi di reclusione per lesioni volontarie (pena sospesa) Alex M., il 34enne residente in provincia di Varese che, il 22 agosto 2009 a Ceriale, a seguito dell’ennesima lite con l’ex compagna per motivazioni legate all’affidamento dei figli, ha picchiato la donna e investito con l’auto la madre di lei.

Per lui, dunque, nessuna derubricazione del reato (da lesioni volontarie a colpose, come chiesto anche dal pm) e una memoria, presentata dall’avvocato Walter Cardile che tutela gli interessi dell’anziana investita, nella quale si è cercato di dimostrare l’intenzionalità dell’automobilista “furioso”. Le motivazioni della sentenza verranno rese note tra trenta giorni mentre a dicembre si terrà, davanti al giudice di pace, l’udienza che riguarderà l’aggressione ai danni della ex compagna di Alex M., insultata e melmenata mentre l’uomo tentava di portarle via i figli.

I fatti erano accaduti in via Mignone, a Ceriale. Alex M. era giunto in Riviera per arrivare a patti con la ex su questioni legate ai figli, ma senza successo: al contrario, dopo una violenta lite, l’uomo aveva spintonato la donna (lombarda in villeggiatura a Ceriale) e l’aveva scaraventata sull’asfalto, procurandole ferite alle braccia. Quindi aveva indotto i bimbi a salire in macchina ed era partito, incurante che la nonna dei due piccoli si fosse parata davanti per sbarrare il passaggio. L’anziana (G.A.) era stata così investita, fratturandosi tre costole e una clavicola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bandito
    Scritto da Bandito

    Pensavo che investire una persona volontariamente, cosa che ne può anche causare la morte, fosse da considerarsi un tentato omicidio, vedo che invece si discute se si tratta di lesioni volontarie o colpose. Molto interessante, quindi la macchina è un’arma che si può usare legittimamente per ammazzare qualcuno, me ne ricorderò se sarà il caso.