IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campus, convegno su sostenibilità ambientale: i grillini all’attacco

Savona. I grillini commentano l’esito del convegno organizzato presso il Campus di Savona da Siemens per la presentazione del rapporto sulla sostenibilità ambientale: Si parlava di collaborazioni, sinergie fra aziende ed università, progetti innovativi. Ma in questo scenario, ahimè, la presenza della nostra classe dirigente, politica ed economica, risaltava in tutta la sua desolante pochezza e le sue altrettanto misere strategie: abbinare concetti innovativi a realtà devastanti come per legittimare questi ultimi. Se infatti gli interventi dei tecnici, del ministro, parlavano i nuovi linguaggi, come quello delle smart grid (reti energetiche che evitano gli sprechi e razionalizzano la distribuzione, permettendo di ridurre i consumi e di costruire modelli efficienti), dell’informatizzazione degli archivi, insomma ci facevano volare alti con linguaggio ed atmosfere internazionali, bastava ridar voce agli esponenti locali per ripiombare di colpo in pieno ‘800” si legge in una nota del Movimento 5 Stelle.

“Berruti che, differenziata a parte, parla di chiusura del ciclo dei rifiuti, leggasi inceneritore. Ignora forse che le nuove direttive europee vanno nella direzione per cui tutto ciò che può essere compostato o riciclato non va incenerito, mettendo lo stop a nuovi inceneritori? Nonostante un volonteroso e bene informato moderatore, ignora le domande su smart grid e rinnovabili come superamento del carbone, preferendo disquisire della biblioteca a palazzo Santa Chiara”.

“Ruggeri che si scaglia anima e corpo contro il fotovoltaico, con tante inesattezze, che persino il moderatore è costretto a ricordargli come le agenzie
energetiche internazionali sostengano che le fonti rinnovabili siano la scelta indispensabile per il futuro! E il presidente Pasquale, che sostiene che l’ampliamento della centrale Tirreno Power e la piattaforma Maersk sono esempi di innovazione anche dal punto di vista ambientale che vuole mettere a disposizione, auspicandosi che possano essere replicati proprio come sollecitato dal ministro Profumo! Forse si confondeva col Crescent, della cui replica i cittadini di Salerno sono assolutamente entusiasti, al punto da denunciare il sindaco” concludono i grillini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    I grillini hanno la sana capacittà di mentire sapendo di farlo, fanno finta di dimenticara che “le fonti rinnovabili” non significa corrispondenza 1 a 1 con il fotovoltaico significa:
    -eolico minigeneratori, 1,5/3/5 MW
    – Idroelettrico
    – Solare termico
    – Geotermico finoa 30-50 MW
    – Maree
    – Fuel Cell
    ecc ecc, ma chissà come mai loro vedono solo il fotovoltaico.
    Sarà un caso che costoro considerino solo questa fonte al pari degli imprenditori improvvisati del settore e che CASUALMENTE questa sia la fonte a maggior speculazione potendo comprare le strutture di pessima qualità a bassisimo prezzo in Cina & Co. rivenderle qui a caro prezzo prendendo pure dei lauti incentivi con l’appoggio dello Stato che ci mangia?
    Sarà un caso che nonostante sia la fonte peggiore int ermini di rendimento e investimento a fronte dell’alto rendimento dell’eolico, loro si prodighino per far sviluppare solo il fotovoltaico, badare bene nemmeno il solare termico?
    O sono talmente tonti da spingere solo sulla fonte palesemente più improduttiva a fronte di altre rinnovabili ben più funzionali o sono talmente furbi da guardare solo al guadagno e ai possibili magna magna.
    Come mai sull’eolico non hanno mai spinto così tanto?Come mai non hanno sponsorizzato eolico off-shore, le pale sulla diga foranea la generazione distribuita? Sarà forse perchè sebbene rendimenti del 50% contro il 14massimo del fotovoltaico su eolico e solare termico i margini di guadagno sono risibilissimi data la poca tecnologia che ci sta dietro?
    Come Berlusca peggo di Berlusca!

  2. enrico fuoridalcoro
    Scritto da enrico fuoridalcoro

    Facile parlare cari bancari, studenti, dipendenti pubblici e benesambiente vedremo questi ambientalisti radical all’opera a Parma! E poi giudicheremo