IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairese e Carcarese, fine di un’epoca: addio campanilismo e rivalità, la fusione è ufficiale

Cairo Montenotte. Come sono lontani gli anni Ottanta, quando ogni paese della Liguria aveva la sua squadra e molte località potevano contare su due o più società. Ogni domenica si giocava su centinaia di campi in tutta la regione, basti pensare che solo in provincia di Savona i gironi di Terza Categoria erano due, così come quelli di Seconda Categoria.

Tante squadre, tanti giovani in campo con la maglia della squadra del proprio paese. Partite che suscitavano l’interesse di tutti gli sportivi che, in tempi nei quali non c’erano le tv a pagamento, gremivano gli spalti per sostenere l’undici che li rappresentava.

Anno dopo anno, tante squadre sono scomparse. La passione va scemando e, al minor numero di giovani che hanno voglia di darsi battaglia sul rettangolo di gioco, si aggiunge la congiuntura economica negativa che sta colpendo duro.

Diventa così ufficiale un’altra fusione, a quanto pare necessaria. Questa, però, ha un sapore davvero particolare, perché porta ad unire due realtà che, con la loro rivalità, erano state capaci di scaldare i cuori ancora come un tempo. Un campanilismo che significava passione e coinvolgimento.

Nella giornata di ieri, giovedì 10 maggio, i presidenti delle società Cairese e Carcarese hanno trovato l’accordo per unire sia il settore giovanile che le prime squadre.

La nuova società, che potrà contare su una struttura unica in Liguria, sfruttando i campi sportivi di Carcare e Cairo, sarà composta da circa cinquecento ragazzi tesserati con un staff di circa sessanta allenatori e un gruppo di una decina di dirigenti ed una decina di operativi.

L’accordo è stato trovato sollecitando i tempi, considerate le scadenze ristrette per l’iscrizione ai campionati. Nei prossimi giorni verranno formalizzate le intese nei termini e nelle modalità che la legge prevede.

I presidenti, il cairese Franco Pensiero e il carcarese Adriano Goso, si sono comunque resi disponibili, in seguito ad alcuni articoli comparsi nei giorni scorsi su quotidiani locali relativi all’interesse di alcune cordate di imprenditori anonimi, a farsi da parte. “Sia ben chiaro – dichiarano all’unisono – solo a seguito di un progetto serio che metta al primo posto lo sviluppo del settore giovanile”.

A livello di prime squadre, gli ultimi due scontri sono stati in Coppa Italia: il 4 settembre 2011 (3 – 0 per la Cairese) e il 29 agosto 2010 (2 – 1 per la Cairese). In campionato, la memoria torna ai due derby in Promozione della stagione 2008/09, quando i gialloblu salirono in Eccellenza.

A partire da agosto scenderà in campo un’unica squadra. Non sono noti nè il nome, nè i colori sociali. Grazie alla scelta di unire le forze, probabilmente potrà competere al meglio con altre realtà di buon livello, ma non c’è dubbio che sugli spalti chi ha vissuto con passione gli ultimi decenni di sfide tra gialloblu e biancorossi seguirà con distacco e disincanto la nuova squadra della Val Bormida.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.