IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bilancio di un anno di amministrazione, Melgrati “spara” su Avogadro

Alassio. Leggiamo increduli il consuntivo di un anno di amministrazione di Avogadro. Più che un libro dei sogni è un festival di promesse mancate, di menzogne e di pie intenzioni”. Così l’ex primo cittadino alassino Marco Melgrati commenta il bilancio del primo anno di amministrazione Avogadro che era stato presentato nei giorni scorsi.

“La cosa che fa più sorridere, in questi giorni in cui la Amministrazione di sinistra di Alassio, in particolare nella persona del Vicesindaco Luigi Sibelli, uomo di fiducia del Sindaco, è sottoposta ad una vera e propria ‘bufera giudiziaria’, è il richiamo e la sottolineatura del rispetto di regole e regolamenti, sbandierato in campagna elettorale, defunto alla prima prova, dopo nemmeno un anno, e la sensazione è che tutto questo sia la punta di un iceberg che piano piano sta affiorando” prosegue Melgrati.

“Leggo come una novità di ‘potenziamento dell’organico e delle strutture della Polizia Municipale (5 agenti in più per l’estate 2012)’, come se negli anni scorsi non si fosse realizzato lo stesso impegno; della realizzazione di una rete Wi-Fi libera, che non è altro che quello che era previsto e ricompreso dalla gara di appalto promossa dalla passata amministrazione per la video-sorveglianza, che peraltro fino a prova contraria ha ancora i terminali spenti dai Vigili Urbani; ‘il ripristino dello Sportello del Cittadino’, ma è lo stesso sportello dove chi scrive per segnalare problemi o esprimere critiche viene puntualmente censurato? Tutto quello che viene evidenziato non solo non è stato fatto, ma viene ‘rimandato ad Ottobre’, nella migliore delle ipotesi, senza specificare di che anno! Mi riferisco a ‘pista ciclabile, inversione del senso di Via Dante, spostamento del mercato in corso Europa, la volontà di acquisire un cinema per realizzare una sala polifunzionale per cinema, teatro, sala congressi, soluzioni per il problema abitativo dei giovani ad Alassio’ (l’unica soluzione per ora realizzata è quella della passata amministrazione con 9 nuovi alloggi per residenti a Loreto”.

“E’ già scomparso dai proclami l’impianto di pretrattamento, che secondo le dichiarazioni, che tutti ricordiamo, del Sindaco e del consigliere Scarpati ‘il pretrattamento sarà pronto e funzionante per questa estate a S. Anna’ scusateci, ma siamo alle porte dell’estate e non lo vediamo (e non lo vedremo)… per non parlare della ‘previsione a lungo termine di un auto–silo totalmente a rotazione lungo l’Aurelia – bis all’ingresso di Alassio da unire al centro città tramite mezzi navetta. (Da realizzare; sostegno ad iniziativa privata,” altra FANTASIA). Nel breve, medio periodo realizzazione, ove possibile, di parcheggi multipiano fuori terra totalmente a rotazione (Da realizzare)'” osserva l’ex sindaco alassino.

“Leggo della ‘istituzione nella nuova struttura per anziani (ex Poggio Fiorito) di un piano dedicato a una sezione RP (Residenza Protetta per Anziani non auto sufficienti); (Realizzato e quasi pronto)’ incredibile una mia idea, fortemente voluta, appaltata e realizzata dall’amministrazione di Centro-destra, che ‘questi’ dovranno solo inaugurare. Leggo di ‘impegno mantenuto sull’annunciata indisponibilità del territorio alassino per qualsiasi nuovo insediamento potenzialmente nocivo alla salute (Impegno mantenuto)’, riferendosi a inceneritori o termovalorizzatori, centrali termoelettriche o centrali nucleari e meno male che non scrive che non vuole sul territorio centrali idroelettriche nonostante le famose cascate di ‘Moglio’, visitate da orde di turisti e che non ha dato asilo politico ai marziani”.

“Sul Servizio di bike sharing – puntualizza ancora il consigliere regionale del Pdl -: sono state già spese migliaia di euro (28mila euro per 24 biciclette per 150 giorni di servizio, con una ditta di Ravenna!) per un servizio che non è ancora stato attivato (il Sindaco dice che stanno solo aspettando gli adesivi per la personalizzazione! Non potevano farli fare prima, gli adesivi???), e le biciclette sono esposte agli agenti atmosferici e coperte di guano di uccelli, tristemente chiuse e inservibili. ‘L’adesione al progetto di depuratore consortile di Villanova”, senza peraltro una parola sulla definizione del contenzioso aperto con la Società che si è aggiudicata il Projet Financing per il depuratore di Alassio”.

“’Nuova gestione per stabilimenti balneari comunali e spiagge libere finalizzata all’impiego di giovani alassini e a una fruizione agevolata per i residenti’; per ora non abbiamo visto nulla, le spiagge comunali sono vuote…unica certezza: non sono stati ammessi alla gara d’asta gli operatori Alassini, mentre le gare sono state vinte (forse) da cooperative foreste, che forse, forse, daranno lavoro a giovani alassini, ma per un tozzo di pane. ‘Interventi e azioni rivolti alla realtà giovanile tesi alla promozione di sani stili di vita’ spero che il Sindaco non si riferisca all’appalto per la gestione del parco e dell’immobile di Villa Fiske, dove lo stesso Avogadro ha dichiarato ‘spero che lo vinca, questo appalto, il circolo Arci Brixton’…in altri tempi sarebbe stata ‘turbativa d’asta’” aggiunge l’ex sindaco di Alassio.

“Per non parlare della concessione dell’agibilità ai box nel sottosuolo del nuovo campo sportivo, peraltro fortemente voluto e realizzato dalla passata Amministrazione di Centro Destra, senza attendere il termine dei lavori della parte soprastante, quella pubblica del campo…e adesso chi ci da le garanzie per il termine dei lavori e l’agibilità del Campo Sportivo? E che dire del ‘Rilancio del Turismo: riteniamo quello del turismo il settore economico principale per la Città di Alassio e per questo si riserva al Turismo il ruolo centrale nel programma amministrativo. (In realizzazione’ dice Avogadro). Ma dove, ma quando, dopo che all’assessorato al Turismo sono stati tagliati quasi tutti i fondi! E ci fermiamo qui..ce ne sarebbe ancora da dire ma mi sembra che basti e avanzi, a dimostrare che il ‘Fenomeno di Montalcino’, alias ‘Pinocchio’, alias ‘Aristogatto’ brilla per fantasia e per raccontare le balle, ma ormai non ci crede più nessuno” conclude Marco Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sverige
    Scritto da sverige

    Non entro nel merito delle critiche perche non sono a conoscenza dei fatti ma sul lavoro per cooperative …(da cooperative foreste, che forse, forse, daranno lavoro a giovani alassini, ma per un tozzo di pane) su questo ha ragione perche le coop assumono come socio,e ti rimane propio un tozzo di pane!!!!!!!!!!!!

  2. franzdea
    Scritto da franzdea

    :)
    ormai sta diventando come sparare sulla croce rossa eh..eh….

  3. Scritto da Biagio MURGIA

    Voglio ripetermi: AVOGADRO ha solo venduto fumo che una minoranza di alassini ha creduto come verità e, quindi, gli ha dato il suo voto e che oggi ci troviamo a dover sopportare ma, penso e spero, ancora per poco. Dimissioni, dimissioni, dimissioni….AVOGADRO dimettiti che almeno salvi la parte nobile della tua faccia.