IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attentato Brindisi, “Savona non ha paura”: in piazza per dire basta alle strategie criminali

Savona esprime sdegno, sgomento, rabbia e tormento per l’attentato di Brindisi. Alle 18 presso il Monumento ai Caduti in piazza Mameli si svolgerà un presidio organizzato da Libera, Arci, Acli, Anpi, con la partecipazione dell’amministrazione comunale e di altre associazioni, all’insegna del motto “Savona non ha paura”.

Sarà presente anche il sindaco Federico Berruti, che ha espresso “il cordoglio della città di Savona per le giovani vittime innocenti di Brindisi” e l’invito “a dire no ad ogni forma di violenza mafiosa e di terrorismo”.

Il sospetto che dietro l’ordigno esploso a Brindisi, costato la vita alla studentessa sedicenne Melissa Bassi, ci sia la criminalità organizzata pugliese è suffragato da diverse coincidenze. L’istituto, a pochi passi dal tribunale, è intitolato Francesca Morvillo, la moglie del giudice Giovanni Falcone assassinata esattamente 20 anni fa.

Proprio oggi a Brindisi la Carovana Antimafia, la manifestazione itinerante di Libera sulla legalità, avrebbe fatto tappa a Brindisi. L’appuntamento della Carovana Antimafia era fissato per questa mattina nel quartiere di Tutorano alla periferia della città, in una villetta confiscata al clan Buccarella.

A Savona risuonano le parole di don Luigi Ciotti che al Chiabrera, a fine gennaio, aveva incontrato gli studenti nell’ambito della XVII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie. “Dobbiamo partire dai giovani così come dagli adulti, quegli adulti che sono giovani dentro. Ciascuno deve assumersi la propria quota di responsabilità – aveva detto don Ciotti – Savona è una città piena di idee, viva, capace di ricostruire il percorso storico”.

“E’ bello ascoltare dubbi, interrogativi e proposte degli studenti. Questa è una società che si deve occupare maggiormente dei giovani e creare le condizioni per il loro sano protagonismo” aveva rimarcato l’animatore del Gruppo Abele e di Libera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.