IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allocco “disorientato” contro le vetrate della chiesa di Dego: e un suo “simile” viene liberato nei boschi

Più informazioni su

Dego. Uno strano visitatore ha “bussato” alla chiesa parrocchiale di Dego: un bellissimo allocco è andato infatti a sbattere contro la porta della canonica, cadendo a terra in evidente difficoltà.

L’uccello rapace, discretamente presente nelle campagne liguri, è stato soccorso dai volontari della Protezione Animali savonese, i cui veterinari lo stanno curando e cercano di capire l’insolito comportamento; appena guarito verrà liberato in un bosco adatto della zona di provenienza, come accaduto nei giorni scorsi per un soggetto trovato ad Altare dal Corpo Forestale e consegnato alle cure dei volontari Enpa (nel video il momento della liberazione).

“Sono sempre di più gli animali selvatici che si avvicinano ai centri abitati ed aumentano di conseguenza i soccorsi dei soggetti in difficoltà effettuati dall’Enpa, sulla base di una convenzione con la Provincia di Savona (titolare per legge del servizio), scaduta da cinque mesi ed ancora non rinnovata mentre, nel frattempo, l’associazione ha recuperato 320 animali” fanno sapere i volontari.

“Caso tipico di avvicinamento alle città è dei cinghiali, specie in sovrannumero, la cui crescita viene combattuta con la caccia, che invece ne costituisce la causa. Chiediamo da anni che si studino metodi efficaci ed incruenti per contenerne il numero ma, evidentemente, per molti cacciatori e politici loro amici la situazione va bene così anche se a scapito dei contadini. Si tenta invece di dare la colpa del fenomeno a chi fornisce loro cibo, mentre occorrerebbe disciplinare tale attività anziché proibirla: depositare cibo lontano dai centri abitati favorirebbe invece il trasferimento e la permanenza dei cinghiali nei boschi da cui provengono” concludono i volontari Enpa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.