IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, strisce blu “attive” sul lungomare: alta stagione salata per turisti e residenti foto

Più informazioni su

Albenga. Nel blu dipinto di blu: un ritornello che, ad Albenga, si potrebbe canticchiare più che puntando gli occhi al cielo, tenendo lo sguardo basso. In particolare sul lungomare ingauno dove, dal 15 maggio scorso, sono entrate in funzione le tanto odiate strisce blu.

Tra le novità della stagione estiva 2012, la città delle torri presenta il conto ai turisti (e non solo) con i parcheggi a pagamento nella zona più frequentata da giugno a settembre. Le modalità decise dall’amministrazione comunale sono le seguenti: si paga tutti i giorni, dalle 8 alle 20, con tariffe pari a 1 euro l’ora (e frazionabile in 30 minuti) per i turisti, e 30 centesimi l’ora per i residenti (compresa la domenica, ma “solo” in alta stagione; per il resto dell’anno i giorni festivi saranno gratuiti).

Un salasso che, in un periodo di tasche vuote come questo, fa storcere il naso ai più. E questo, a pochi mesi dall’entrata in funzione delle nuove modalità di pagamento dei parcheggi blu che – stando anche alle lamentele lanciate dai cittadini via Facebook – costituiscono un’ulteriore e sgradita tassa. Infatti, a fronte di una riduzione della tariffa oraria da 1 euro a 0,80 centesimi all’ora, il pagamento si estende a tutta la giornata (dalle 8 alle 20, è gratuita solo la prima mezz’ora di sosta), senza più le esenzioni che permettevano ai residenti di non sborsare nemmeno un centesimo almeno fino alle 9 del mattino e dopo le 18, così come nelle due ore della pausa pranzo.

Decisioni, quelle della giunta Guarnieri, che, online, hanno portato a una serie di “post” in cui alcuni albenganesi hanno proposto addirittura uno sciopero delle auto (a favore della più ecologica bicicletta) o parcheggi, per così dire, “disinvolti” e ben lontani dalle odiatissime strisce blu.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Zio Jo

    @marty74 mi sembra che abbiano tolto l’esenzione per la pausa pranzo!
    Saluti

  2. marty74
    Scritto da marty74

    Alle strisce blu, purtroppo, dobbiamo abituarci. Se vai all’estero, nei vari borghi (e lasciamo stare le città) puoi parcheggiare solo a pagamento, fuori, e poi ti prendi il salasso. Ad Albenga, i residenti, hanno le zone blu gratuite in pausa pranzo e dalle 18 alle 8. Non c’è troppo da lamentarsi. I turisti se vogliono venire, pagano. E visto che c’è sempre molta gente che gira, il sabato pomeriggio soprattutto, vuol dire che va bene così. Tutto il resto è fuffa.

  3. Bandito
    Scritto da Bandito

    lui la plume, noto con dispiacere che non mi hai risposto, il che mi fa pensare che il nuovo sinistro sindaco di Milano abbia lasciato le strisce blu ma che i comunisti (come te) non ne vogliano parlare.

  4. Bandito
    Scritto da Bandito

    Una curiosità, lui la plume, il nuovo sindaco ha poi tolto le strisce blu?

  5. Cristiano
    Scritto da Cristiano

    Purtroppo, con rammarico lo votata anche io il sindaco. Sono realmente deluso di lei e della sua gente e spero che presto se ne vada.
    Albenga e diventata uno schifo, cartelloni di publicita come schermi televisivi a rompere le scatole, Una volta non vi erano problemi di parcgheggio ad Albenga ora con queste strisce blù i cittadini se la devono mettere sulle spalle la macchina, altrimenti deve pagare.
    Il centro storico e diventata la zona delle mutande o dei bar che fanno solo casino e basta.
    secondo Il Sindaco e incrementare il centro storico. La pulizia lascia a desiderare. I vigili sono buoni a fare le multe per divieto di sosta, ma non sono in grado di fermare auto che continuamente a non rispettano i pasaggi pedonali, sempre con il cellulare in mano, svolte, dove esattamente vi sono i divieti. Via ponte Lungo e diventata La via degli extracomunitari