IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Fli e il programma elettorale della maggioranza: “Un libro dei sogni mai realizzato”

Albenga. Un programma elettorale che viene definito un “libro dei sogni” che non avrebbe portato a nulla di concreto e un tentativo, definito maldestro, della maggioranza ingauna di minimizzare attriti e spaccature che la caratterizzerebbero: così i rappresentanti del Fli di Albenga descrivono l’operato della giunta Guarnieri, senza risparmiare critiche e partendo dall’ultima defezione, ossia quella del consigliere Manuel Barbo.

“Se alla restituzione delle deleghe da parte del consigliere Manuel Barbo, il presidente del parlamentino locale Massimiliano Nucera sottolinea la solidità della maggioranza e assicura il mantenimento degli impegni presi in campagna elettorale, come Futuro e Libertà siamo invece convinti che è l’ennesimo tentativo di gettare fumo negli occhi ai cittadini su un programma elaborato e condiviso da tutti i candidati che ci hanno creduto e messo la faccia a prescindere dall’avvenuta loro personale elezione” scrive in una nota Salvatore La Placa del direttivo Fli Albenga.

“Per chi nel caso ‘nun c’era’ è oggi sufficiente digitare su qualsiasi motore di ricerca ‘Programma Elettorale Rosalia Guarnieri 2010’ e trovarlo riportato anche sul sito web di un attuale eletto Pdl sponsorizzato da un suo parente più ‘alto in grado, famoso e mediatico’.
Leggendo il bel libro dei sogni è innegabile notare come la città abbia premiato la maggioranza per un promesso forte impegno sulla lotta alla microcriminalità. Provvedimenti adottati? Qualche panchina in meno e qualche delibera antidecoro, ma poi tanto scaricabarile della propria impotenza su un governo centrale, sino a pochi mesi fa dello stesso colore. Risultati conseguiti? Negare che esiste il problema sicurezza, ma poi partecipare a summit interforze e organizzare tavole rotonde informative su come i cittadini devono comportarsi. Proposte annunciate? Trasformare i vigili urbani in nuovi Goldrake mentre tutti i giorni sono a difesa delle rotonde, a multare e a controllare divieti di sosta e strisce blu ormai ovunque mentre un ampio, nuovo e luminosissimo parcheggio fa bella mostra di sé all’uscita dell’autostrada”.

“Testuale come riportato da programma consultabile sull’ web: ‘prevediamo il trasferimento della polizia municipale negli edifici del vecchio ospedale, in modo da fornire un presidio nel cuore della città, una zona che presenta forti criticità. Ad oggi ? Nessun progetto in tale direzione. Allo stesso modo è fumo negli occhi anche quanto scritto e quanto realizzato sino ad ora riguardo agli impianti sportivi, al piano urbanistico da tempo messo sotto chiave per evitare l’assalto alla diligenza, alla riqualificazione della caserma, al potenziamento dell’ospedale, all’erosione del litorale, alla salvaguardia del territorio, e molto altro ancora” scrive ancora La Placa.

“Cosa ha visto il cittadino fare di questo famoso programma? Cosa vedrà il cittadino prima di ritornare alle urne? Domande senza risposte. Come cittadini siamo tristemente testimoni di una realtà completamente diversa dal libro dei sogni riportato su internet. Come Futuro e Libertà chiediamo serietà e risposte ai problemi, ma assistiamo sconcertati al fallimento di una maggioranza che tra botti, passerelle e sfilate, si pittura il viso e si veste da cavalieri e damigelle, trovando anche il modo di litigare con gli unici artefici delle kermesse storiche di Albenga che da anni con onestà e serietà operano per organizzare eventi. Basta con fuochi d’artificio, palazzi storici e musei che nell’occasione di manifestazioni vengono addirittura adibiti a improvvisate e non a norma cambuse e depositi per cucine. Ad Albenga il turismo può e deve essere valorizzato al meglio perchè rappresenta un volano fondamentale per l’economia cittadina” conclude La Placa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Manovella

    han riempito tre pagine di carta per niente. tanto voti non ne prendeteeeeeeeeeeeeeeeeeee

  2. folgore
    Scritto da folgore

    FLI alla luce dei risultati elettorali dell’ultima tornata farebbe più bella figura a dedicarsi al volontariato e chiudere bottega, se lo 0.2% preso lo scorso anno pareva poco ma un buon punto di partenza perchè consentiva di migliorare, ad oggi sono riusciti nell’impresa di fare peggio prendendo meno voti ancora nonostante campagne populiste, buoniste e di lecchinaggio per carpire elettori ovunque anche tra gli immigrati irregolari!
    Hanno fondato il 3° polo contando 0, fatto due tornate elettorali, alla prima erano ancora divisi con UDC e API questa volta erano uniti e si è visto, il gg dopo la dichiarazione è stata :” Il terzo polo è finito”! ahahahahahah