IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, i lavoratori Baglietto difendono l’offerta Azimut e annunciano una protesta a gennaio

Varazze. I sindacati chiedono l’immediata riconvocazione del tavolo regionale con il coinvolgimento del Comune e della Provincia per fare chiarezza sulla vicenda Baglietto e arrivare ad un accordo di programma firmato dagli enti locali che dia certezze industriali e occupazionali al cantiere. A tal proposito hanno indetto per il mese di gennaio una manifestazione di protesta dopo la notizia della richiesta di rilascio di concessione demaniale marittima di Monaco Marine France arrivata nel Comune di Varazze.

“I lavoratori vogliono continuare a fare il loro lavoro: produrre barche. L’unica offerta sulla carta credibile è quella avanzata dalla Azimut perché prevede di produrre due nuovi modelli dal prossimo anno, investimenti di 7 milioni per l’acquisto del cantiere, 7,5 milioni per il completo rifacimento dei capannoni e il passaggio diretto per tutti i dipendenti. Azimut è un’azienda solida finanziariamente ed è il primo gruppo mondiale nella produzione di imbarcazioni da diporto, con oltre 2000 dipendenti diretti e altrettanti nell’indotto” si legge in una nota firmata da Rsu e Fiom Savona.

“Non capiamo invece perché Galantini, dopo aver danneggiato il cantiere di Varazze e i suoi dipendenti cedendo il marchio a Spezia, ritiene irricevibile l’offerta di Azimut mentre insiste sulla credibilità dell’offerta di Monaco Marine. Monaco Marine non ha presentato né un piano industriale né un piano occupazionale; inoltre, a fronte di 7 milioni offerti per l’acquisto del cantiere di Varazze, chiede concessioni per soli 4 anni. Ma come si può in 4 anni ammortizzare un investimento di oltre 7 milioni con un’attività di refitting? Per di più la presenza di Monaco Marine rischia di mettere in crisi i cantieri di refitting che operano nel porto di Varazze e nella provincia di Savona” concludono i sindacati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.