IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trasformazione Piaggio a Finale: hangar diventerà galleria virtuale, museo, auditorium e albergo foto

Finale Ligure. Prosegue a due velocità la delocalizzazione della Piaggio: a Villanova, infatti, il cantiere va avanti a ritmo serrato, mentre la trasformazione urbanistica delle aree finalesi non è ancora racchiusa in un elaborato definite. E’ durato quattro ore il vertice tra l’assessore regionale Marylin Fusco, l’assessore comunale Umberto Luzi e i responsabili della Gefim, che svolgeranno l’operazione sui complessi in dismissione.

“Siamo riusciti ad arrivare a punti fermi con il Comune e la Finalmare, sotto la regia della Regione, ma per quanto riguarda le aree dello stabilimento attuale il progetto non è ancora stato presentato all’amministrazione finalese, perché necessita di ulteriori chiarimenti” spiega l’assessore Fusco.

“Il geometra Ponchia su Villanova sta seguendo una tabella di marcia piuttosto spedita – conferma – Con Finale abbiamo delineato il quadro di un progetto così composito e abbiamo stabilito le rispettive competenze. L’assessore all’urbanistica Luzi dovrà confrontarsi con il sindaco Richeri sulle risultanze della riunione”.

Di fatto dalla riunione in via Fieschi è emersa una linea molto generale, con almeno due punti fermi: il Comune realizzerà il Campus con le scuole superiori riunite, finanziandolo con l’alienazione dell’Alberghiero e dell’ex Rivetti, e l’hangar – questa la novità – non sarà soltanto un museo con le vestigia storiche dell’epoca industriale. L’hangar, infatti, sarà destinato in parte ad auditorium sala convegni con una galleria virtuale della storia dello stabilimento, arricchita da pezzi monumentali, e per altra parte sarà adibito a funzione alberghiera.

Sulla conversione dell’hangar, precisa Marylin Fusco, “la Sovrintendenza, pur in un incontro interlocutorio, non ha posto alcun problema e in ogni caso la Sovrintendenza sarà coinvolta nella progettazione dell’operazione, che imprimerà una svolta al Finalese”.

I tempi non coincidono per nulla nella doppia operazione Finale-Villanova. Sul territorio ingauno, infatti, gli operai dovrebbero iniziare il lavoro nel nuovo sito al rientro delle ferie estive del 2013. Mentre il progetto definitivo di trasformazione finalese dovrebbe essere pronto solo nei primi mesi del 2013. “Da quel momento in poi – osserva l’assessore regionale all’urbanistica – si dovrà aprire la fase preliminare della conferenza dei servizi e l’iter”.

Quanto al rischio cementificazione, in un’intervento immobiliare da 220 mila metri cubi, l’assessore Fusco puntualizza: “Sarà uno dei modelli di riqualificazione del costruito e valorizzazione dell’esistente, con un mix di funzioni e senza impatti rilevanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    Complimenti all’Armata brancaleone del sindaco Richeri che in fatto a incapacità e papocchi non è seconda a nessuno, ecco l’enneismo atto”il Comune realizzerà il Campus con le scuole superiori riunite, finanziandolo con l’alienazione dell’Alberghiero e dell’ex Rivetti” peccato che nemmeno 5 anni fa sono stati spesi più di 700.000€ per rifare il tetto, rimettere in sesto ristrutturando scale aule bagni, rimettere a norma gli impianti elettrici e idraulici dell’Ex Colonia per trasferirvi il Liceo Scientifico Issel, dopo aver speso altri 500.000 per rifare il tetto della vecchia sede e abbandonarla l’anno dopo!!! Ma quando ci sarà qualcuno che denuncerà e sbatterà in galera questa gente seguita dai “proprietari” dell’Ufficio Tecnico?
    Invece di trasferire in tali strutture unificandole piscina comunale, palazzetti vari, campo sportivo a 5, palestre, campi da tennis come ha fatto Loano, noi li lasciamo sparsi per il mondo, tennis a Finalpia, palazzetto a Perti, piscina a Finalborgo contro ogni senso logico!!!
    Invece di proporre e battersi affinchè resti a Finale la galleria del vento e con essa un reparto di ricerca e sviluppo, non inquinante che si integra con il luogo e la vocazione turistica, che porta lavoro ci si lascia scappare tutto ciò trasferendo lo sviluppo a campus di Savona NON dotato di gallerie del vento!
    SCANDALOSI!!!La Vergogna del Ponente, complimenti sindaco!